L’articolo si apre sul posizionamento del problema oggetto della ricerca, ovvero lo studio di come intervenire dal punto di vista strutturale per prevenire situazioni di rischio educativo in relazione a minori fra i 14 e i 16 anni d’età. Il contributo passa quindi in rassegna la principale letteratura e normativa sull’abbandono e sulla dispersione scolastica dagli anni ’90: i dati inducono a una profonda riflessione sulle cause del fenomeno, sia esogene che endogene al sistema-scuola, soffermandosi in particolare sul tema delle variabili di contesto non tenute debitamente in considerazione. L’analisi fa emergere il paradigma culturale dominante, imperniato su una matrice industriale ed economica, delineando una nuova prospettiva di giustizia sociale critica e radicale e quindi una risemantizzazione della sfera semantica della “dispersione”. Si evidenzia infine come tale istanza possa essere interpretata a partire dalle pratiche dell’educazione popolare: viene allora presentato uno studio di caso sulla Scuola Popolare “Antonia Vita” di Monza.

Cotza, V. (2022). Minori a rischio ed educazione popolare. Verso una nuova prospettiva critico-radicale. NUOVA SECONDARIA, 8, 81-96.

Minori a rischio ed educazione popolare. Verso una nuova prospettiva critico-radicale

Cotza, V
2022

Abstract

L’articolo si apre sul posizionamento del problema oggetto della ricerca, ovvero lo studio di come intervenire dal punto di vista strutturale per prevenire situazioni di rischio educativo in relazione a minori fra i 14 e i 16 anni d’età. Il contributo passa quindi in rassegna la principale letteratura e normativa sull’abbandono e sulla dispersione scolastica dagli anni ’90: i dati inducono a una profonda riflessione sulle cause del fenomeno, sia esogene che endogene al sistema-scuola, soffermandosi in particolare sul tema delle variabili di contesto non tenute debitamente in considerazione. L’analisi fa emergere il paradigma culturale dominante, imperniato su una matrice industriale ed economica, delineando una nuova prospettiva di giustizia sociale critica e radicale e quindi una risemantizzazione della sfera semantica della “dispersione”. Si evidenzia infine come tale istanza possa essere interpretata a partire dalle pratiche dell’educazione popolare: viene allora presentato uno studio di caso sulla Scuola Popolare “Antonia Vita” di Monza.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Dispersione scolastica, Rischio educativo, Giustizia sociale, Scuola popolare, Seconda opportunità.
Italian
81
96
16
Cotza, V. (2022). Minori a rischio ed educazione popolare. Verso una nuova prospettiva critico-radicale. NUOVA SECONDARIA, 8, 81-96.
Cotza, V
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/367173
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact