La difficoltà che pazienti anoressiche ritrovano nella “talking cure” deriva dal loro peculiare assetto metapsicologico e viene riflesso in un linguaggio spesso artificioso e senza parole per l’esperienza: l’esame del linguaggio può essere un elemento cruciale per capire la patologia e le possibilità di trattamento. I modelli teorici assunti come riferimento comprendono le teorie dell’alessitimia, della Regolazione Affettiva, e la teoria del Codice Multiplo di Bucci. Lo studio ha lo scopo di osservare le modifiche dell’espressione emozionale attraverso il linguaggio nel corso di 61 sedute di psicoterapia di una serie di 8 pazienti con DCA. Le variazioni sono state studiate mediante l’applicazione delle misure italiane computerizzate del processo referenziale - I-DAAP (Italian Discourse Attribute Analyses Program) e l’andamento temporale del pattern narrativo nella successione delle sedute è stato testato mediante l’indice di correlazione di Spearman. Per monitorare regole ed eccezioni sono state effettuate analisi qualitative del campione ponendo attenzione all’andamento dei singoli contributi. Gli indicatori linguistici sottolineano il problema dell’elaborazione degli stati affettivi mostrando che un assetto difensivo razionale inattiva l’emergere degli schemi emotivi dissociati e che difese di intellettualizzazione circoscrivono la narrazione rispetto alla paura di uno stato di sopraffazione emotiva. Il pattern narrativo, poco funzionale rispetto a un progetto evolutivo, risulta efficace se si considera la riduzione immediata del disagio psichico che il soggetto ha l’esigenza di soddisfare. Conoscere l’andamento prototipico del processo psicoterapico aiuta nella gestione degli interventi tecnici, nella regolazione del setting, nella comprensione delle difese e dei momenti di possibile connessione emotiva rispetto agli schemi emotivi dissociati.

Caslini, M., Mariani, R., Rivolta, L., Zappa, L., Clerici, M. (2013). “Alessitimia e Regolazione Emotiva nella Psicoterapia dei Disturbi del Comportamento Alimentare: Studio di processo”.. Intervento presentato a: II Incontro Nazionale dei Giovani Psichiatri, Roma.

“Alessitimia e Regolazione Emotiva nella Psicoterapia dei Disturbi del Comportamento Alimentare: Studio di processo”.

CASLINI, MANUELA;RIVOLTA, LAURA;CLERICI, MASSIMO
2013

Abstract

La difficoltà che pazienti anoressiche ritrovano nella “talking cure” deriva dal loro peculiare assetto metapsicologico e viene riflesso in un linguaggio spesso artificioso e senza parole per l’esperienza: l’esame del linguaggio può essere un elemento cruciale per capire la patologia e le possibilità di trattamento. I modelli teorici assunti come riferimento comprendono le teorie dell’alessitimia, della Regolazione Affettiva, e la teoria del Codice Multiplo di Bucci. Lo studio ha lo scopo di osservare le modifiche dell’espressione emozionale attraverso il linguaggio nel corso di 61 sedute di psicoterapia di una serie di 8 pazienti con DCA. Le variazioni sono state studiate mediante l’applicazione delle misure italiane computerizzate del processo referenziale - I-DAAP (Italian Discourse Attribute Analyses Program) e l’andamento temporale del pattern narrativo nella successione delle sedute è stato testato mediante l’indice di correlazione di Spearman. Per monitorare regole ed eccezioni sono state effettuate analisi qualitative del campione ponendo attenzione all’andamento dei singoli contributi. Gli indicatori linguistici sottolineano il problema dell’elaborazione degli stati affettivi mostrando che un assetto difensivo razionale inattiva l’emergere degli schemi emotivi dissociati e che difese di intellettualizzazione circoscrivono la narrazione rispetto alla paura di uno stato di sopraffazione emotiva. Il pattern narrativo, poco funzionale rispetto a un progetto evolutivo, risulta efficace se si considera la riduzione immediata del disagio psichico che il soggetto ha l’esigenza di soddisfare. Conoscere l’andamento prototipico del processo psicoterapico aiuta nella gestione degli interventi tecnici, nella regolazione del setting, nella comprensione delle difese e dei momenti di possibile connessione emotiva rispetto agli schemi emotivi dissociati.
No
abstract + poster
Alessitimia, Psicoterapia, Teoria del Codice Multiplo, Disturbi del Comportamento Alimentare
Italian
II Incontro Nazionale dei Giovani Psichiatri
Caslini, M., Mariani, R., Rivolta, L., Zappa, L., Clerici, M. (2013). “Alessitimia e Regolazione Emotiva nella Psicoterapia dei Disturbi del Comportamento Alimentare: Studio di processo”.. Intervento presentato a: II Incontro Nazionale dei Giovani Psichiatri, Roma.
Caslini, M; Mariani, R; Rivolta, L; Zappa, L; Clerici, M
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/51555
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact