Una spregiudicata e radicale interrogazione in merito all'oggetto della pedagogia: può essere ancora "l'uomo"? Non bisogna piuttosto esplorare le piste di una nuova pedagogia alquanto anti-umanista? Come uscire dalla tradizione di una pedagogia filosofico-metafisica senza rinnegare, incontrando la scienza, l'oggetto pedagogico? Che cosa significa davvero attenzione - cura - degli uomini e delle donne?

Orsenigo, J. (2020). Una pedagogia piuttosto anti-umanista. MUNERA, 2020(1), 37-50.

Una pedagogia piuttosto anti-umanista

Orsenigo, J
2020

Abstract

Una spregiudicata e radicale interrogazione in merito all'oggetto della pedagogia: può essere ancora "l'uomo"? Non bisogna piuttosto esplorare le piste di una nuova pedagogia alquanto anti-umanista? Come uscire dalla tradizione di una pedagogia filosofico-metafisica senza rinnegare, incontrando la scienza, l'oggetto pedagogico? Che cosa significa davvero attenzione - cura - degli uomini e delle donne?
Articolo in rivista - Articolo scientifico
pedagogia, umanesimo, metafisica
Italian
gen-2020
2020
2020
1
37
50
none
Orsenigo, J. (2020). Una pedagogia piuttosto anti-umanista. MUNERA, 2020(1), 37-50.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/401280
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact