Il rapido aumento dell'urbanizzazione ha portato ad includere gli spazi sotterranei nelle politiche di pianificazione urbana. Tra le risorse del sottosuolo, negli ultimi decenni è emersa una forte interazione tra infrastrutture sotterranee e falda acquifera in molte città. Censire queste infrastrutture è dunque necessario a strutturare un modello concettuale urbano per gestire le acque sotterranee. Partendo dal DbT Topografico (Open Data), è stato adottato un approccio GIS per raccogliere le infrastrutture sotterranee in un geodatabase (GDB) 3D aggiornabile per la città di Milano. Sono state incluse nel GDB le volumetrie interrate occupate da: a) parcheggi privati, b) parcheggi pubblici, c) linee metropolitane e stazioni. L'applicazione del GDB ha consentito di stimare i volumi posti al di sotto della falda freatica in quattro periodi, identificati come minimi o massimi di falda dalle ricostruzioni dei trend piezometrici. A causa dell'innalzamento della falda, anche le infrastrutture sotterranee più superficiali sono state impattate in alcuni periodi considerati. Alcune aree identificate erano già state segnalate come critiche in un precedente studio: questo ha permesso di validare l’approccio adottato. La metodologia è risultata efficiente per la pianificazione urbana, in particolare per il modello concettuale urbano e la definizione dei piani di gestione delle acque sotterranee.

Sartirana, D., De Amicis, M., Bonomi, T. (2021). Interferenze falda – infrastrutture sotterranee: analisi per la città di Milano. Intervento presentato a: Conferenza ESRI Italia 2021, Online.

Interferenze falda – infrastrutture sotterranee: analisi per la città di Milano

Sartirana, D;De Amicis, M;Bonomi, T
2021

Abstract

Il rapido aumento dell'urbanizzazione ha portato ad includere gli spazi sotterranei nelle politiche di pianificazione urbana. Tra le risorse del sottosuolo, negli ultimi decenni è emersa una forte interazione tra infrastrutture sotterranee e falda acquifera in molte città. Censire queste infrastrutture è dunque necessario a strutturare un modello concettuale urbano per gestire le acque sotterranee. Partendo dal DbT Topografico (Open Data), è stato adottato un approccio GIS per raccogliere le infrastrutture sotterranee in un geodatabase (GDB) 3D aggiornabile per la città di Milano. Sono state incluse nel GDB le volumetrie interrate occupate da: a) parcheggi privati, b) parcheggi pubblici, c) linee metropolitane e stazioni. L'applicazione del GDB ha consentito di stimare i volumi posti al di sotto della falda freatica in quattro periodi, identificati come minimi o massimi di falda dalle ricostruzioni dei trend piezometrici. A causa dell'innalzamento della falda, anche le infrastrutture sotterranee più superficiali sono state impattate in alcuni periodi considerati. Alcune aree identificate erano già state segnalate come critiche in un precedente studio: questo ha permesso di validare l’approccio adottato. La metodologia è risultata efficiente per la pianificazione urbana, in particolare per il modello concettuale urbano e la definizione dei piani di gestione delle acque sotterranee.
No
slide + paper
Divulgativa
geodatabase 3D; DbT; GIS; modello concettuale
Italian
Conferenza ESRI Italia 2021
https://www.esriitalia.it/media/sync/SartiranaDavide_ConferenzaESRI_2021.pdf
Sartirana, D., De Amicis, M., Bonomi, T. (2021). Interferenze falda – infrastrutture sotterranee: analisi per la città di Milano. Intervento presentato a: Conferenza ESRI Italia 2021, Online.
Sartirana, D; De Amicis, M; Bonomi, T
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SartiranaDavide_ConferenzaESRI_2021.pdf

accesso aperto

Tipologia di allegato: Other attachments
Dimensione 493.5 kB
Formato Adobe PDF
493.5 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/392455
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact