Reinterpretare la negligenza genitoriale in una cornice critica: uno studio autoetnografico