«La mia stregoneria è un serpente»: stregoneria e genere nel Ghana coloniale