Gli animali come soggetti-oggetti: dell’inadeguatezza delle norme