Da alcune recenti ricerche emerge che il consumo di televisione - e più in generale dei media - è caratterizzato da una contraddizione tra l’attrattività che esercita sugli utenti e il benessere che essi ne ricavano. I sistemi di rilevamento degli ascolti, come l’Auditel, portano a premiare i programmi che massimizzano l’attrattività immediata dei contenuti, a prescindere dalla soddisfazione dei consumatori, sebbene essa venga misurata giornalmente da ricerche i cui dati sono tenuti segreti.

Gui, M., Stanca, L. (2009). Attratti ma insoddisfatti. Perchè continuiamo a guardare la TV?. CONSUMATORI, DIRITTI E MERCATO(1), 91-103.

Attratti ma insoddisfatti. Perchè continuiamo a guardare la TV?

GUI, MARCO;STANCA, LUCA MATTEO
2009

Abstract

Da alcune recenti ricerche emerge che il consumo di televisione - e più in generale dei media - è caratterizzato da una contraddizione tra l’attrattività che esercita sugli utenti e il benessere che essi ne ricavano. I sistemi di rilevamento degli ascolti, come l’Auditel, portano a premiare i programmi che massimizzano l’attrattività immediata dei contenuti, a prescindere dalla soddisfazione dei consumatori, sebbene essa venga misurata giornalmente da ricerche i cui dati sono tenuti segreti.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
televisione, consumo, media, auditel, qualitel, soddisfazione, benessere
Italian
91
103
Gui, M., Stanca, L. (2009). Attratti ma insoddisfatti. Perchè continuiamo a guardare la TV?. CONSUMATORI, DIRITTI E MERCATO(1), 91-103.
Gui, M; Stanca, L
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/21902
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact