L’utopia della socialità tardo-moderna alla prova della risata. Un percorso attraverso Grandville, Adorno, Horkheimer e Benjamin