This paper introduces a research/supervision project that involved a group of teachers specialized in supporting students with disabilities, educators, and teachers of primary school, all of them working in a “Scuola Potenziata” (School with special classes) of Bergamo, Italy. This project, named “From the School of Autonomy to the School of Inclusion: the quality of school experience”, was developed by the Municipality of Bergamo, the Riccardo Massa Study Centre, and the social cooperatives Ser.E.NA and Alchimia. The project investigated the sense of making “Scuola potenziata”, re-thinking the process of inclusion and the personalization of the intervention for students living in serious conditions of disability or with special needs. Starting from everyday educational practices, the project focused on the relation between participants’ way of “being a group”, and the educational work actually carried on with students. The paper highlights both strength and critical aspects of our teachers’ training approach, which tried to combine research and supervision. This mix of research/supervision intervention has been realized thanks to some methodological choices. Accordingly, participants were involved in a research process, and gradually assumed a researcher posture. Therefore, the project allowed teachers and educators to reflect critically on crucial issues of their everyday work

Il contributo presenta un percorso di ricerca-supervisione svolto con un gruppo di insegnanti specializzati nel sostegno ed educatori impegnati in un progetto di Scuola Potenziata, nonché da insegnanti di classe. Come è noto, la scuola potenziata rientra tra le sperimentazioni (ex legge 104/1992) finalizzate ad evitare rischi di grave emarginazione sociale. Il percorso, realizzato grazie alla collaborazione del Comune di Bergamo, del Centro Studi Riccardo Massa, delle cooperative sociali Ser.E.NA e Alchimia nell’ambito del progetto “Dalla scuola dell’autonomia a quella dell’inclusione: la qualità dell’esperienza scolastica”, è stato finalizzato alla ri-condivisione del senso di “fare scuola potenziata”, ripensando inclusione e personalizzazione degli interventi nei confronti di alunni/e in grave situazione di disabilità o con BES. A partire dalle pratiche didattico-educative quotidiane, si è quindi focalizzato sul rapporto tra modo di essere e fare gruppo e tipo di lavoro educativo effettivamente svolto. Il contributo intende evidenziare potenzialità e criticità di un approccio alla formazione in servizio che ha cercato di coniugare ricerca e supervisione. Ciò è stato possibile grazie ad alcune attenzioni metodologiche che hanno portato gradualmente i partecipanti ad assumere una postura di ricerca. Il progetto ha dunque permesso agli insegnanti di interrogarsi sulle questioni critiche del lavoro educativo quotidiano

Palmieri, C., Zannini, L. (2018). Dal team docente al gruppo di lavoro. Un’esperienza di ricerca-supervisione all’interno di una scuola potenziata.. In S. Ulivieri, L. Binanti, S. Colazzo, M. Piccinno (a cura di), Scuola Democrazia Educazione. Formare ad una nuova società della conoscenza e della solidarietà (pp. 187-193). Lecce - Rovato : Pensa Multimedia.

Dal team docente al gruppo di lavoro. Un’esperienza di ricerca-supervisione all’interno di una scuola potenziata.

Palmieri, C;Zannini, L
2018

Abstract

Il contributo presenta un percorso di ricerca-supervisione svolto con un gruppo di insegnanti specializzati nel sostegno ed educatori impegnati in un progetto di Scuola Potenziata, nonché da insegnanti di classe. Come è noto, la scuola potenziata rientra tra le sperimentazioni (ex legge 104/1992) finalizzate ad evitare rischi di grave emarginazione sociale. Il percorso, realizzato grazie alla collaborazione del Comune di Bergamo, del Centro Studi Riccardo Massa, delle cooperative sociali Ser.E.NA e Alchimia nell’ambito del progetto “Dalla scuola dell’autonomia a quella dell’inclusione: la qualità dell’esperienza scolastica”, è stato finalizzato alla ri-condivisione del senso di “fare scuola potenziata”, ripensando inclusione e personalizzazione degli interventi nei confronti di alunni/e in grave situazione di disabilità o con BES. A partire dalle pratiche didattico-educative quotidiane, si è quindi focalizzato sul rapporto tra modo di essere e fare gruppo e tipo di lavoro educativo effettivamente svolto. Il contributo intende evidenziare potenzialità e criticità di un approccio alla formazione in servizio che ha cercato di coniugare ricerca e supervisione. Ciò è stato possibile grazie ad alcune attenzioni metodologiche che hanno portato gradualmente i partecipanti ad assumere una postura di ricerca. Il progetto ha dunque permesso agli insegnanti di interrogarsi sulle questioni critiche del lavoro educativo quotidiano
Capitolo o saggio
This paper introduces a research/supervision project that involved a group of teachers specialized in supporting students with disabilities, educators, and teachers of primary school, all of them working in a “Scuola Potenziata” (School with special classes) of Bergamo, Italy. This project, named “From the School of Autonomy to the School of Inclusion: the quality of school experience”, was developed by the Municipality of Bergamo, the Riccardo Massa Study Centre, and the social cooperatives Ser.E.NA and Alchimia. The project investigated the sense of making “Scuola potenziata”, re-thinking the process of inclusion and the personalization of the intervention for students living in serious conditions of disability or with special needs. Starting from everyday educational practices, the project focused on the relation between participants’ way of “being a group”, and the educational work actually carried on with students. The paper highlights both strength and critical aspects of our teachers’ training approach, which tried to combine research and supervision. This mix of research/supervision intervention has been realized thanks to some methodological choices. Accordingly, participants were involved in a research process, and gradually assumed a researcher posture. Therefore, the project allowed teachers and educators to reflect critically on crucial issues of their everyday work
research and supervision; working group; special classes; inclusion
ricerca-supervisione, gruppo di lavoro, scuola potenziata, inclusione
Italian
Scuola Democrazia Educazione. Formare ad una nuova società della conoscenza e della solidarietà
978-88-6760-546-0
Palmieri, C., Zannini, L. (2018). Dal team docente al gruppo di lavoro. Un’esperienza di ricerca-supervisione all’interno di una scuola potenziata.. In S. Ulivieri, L. Binanti, S. Colazzo, M. Piccinno (a cura di), Scuola Democrazia Educazione. Formare ad una nuova società della conoscenza e della solidarietà (pp. 187-193). Lecce - Rovato : Pensa Multimedia.
Palmieri, C; Zannini, L
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/196403
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact