L’obiettivo del presente lavoro è stato quello di indagare il ruolo dei processi percettivi (i.e. figural binding) e attentivi coinvolti nella percezione di una figura illusoria di Kanizsa. Nel primo esperimento si è cercato di individuare quali strategie visuo-eplorative vengono messe in atto per selezionare un triangolo illusorio di Kanizsa inserito in un insieme di elementi inducenti (pacman) e se le strategie visuo-esplorative coinvolte nell’individuazione del triangolo illusorio sono le stesse implicate nella selezione di un triangolo reale. Nel secondo esperimento è stato ridotto il numero dei pacman al fine di verificare se la selezione della figura illusoria coinvolge le stesse modalità attentive implicate nella selezione della figura reale. I risultati ottenuti attraverso la registrazione dei movimenti oculari dimostrano che la figura di Kanizsa e la figura reale vengono selezionate per prime e in minor tempo rispetto agli altri elementi presenti nel display e che sia lo stimolo illusorio che lo stimolo non illusorio sono selezionati senza l’intervento di una ricerca seriale dell’attenzione.

Bulf, H., Valenza, E., Grigoletto, A. (2009). Selezione di uno stimolo bersaglio illusorio e non illusorio: strategie visuo-esplorative a confronto. GIORNALE DI PSICOLOGIA, 36, 423-442 [10.1421/29763].

Selezione di uno stimolo bersaglio illusorio e non illusorio: strategie visuo-esplorative a confronto

BULF, HERMANN SERGIO;
2009

Abstract

L’obiettivo del presente lavoro è stato quello di indagare il ruolo dei processi percettivi (i.e. figural binding) e attentivi coinvolti nella percezione di una figura illusoria di Kanizsa. Nel primo esperimento si è cercato di individuare quali strategie visuo-eplorative vengono messe in atto per selezionare un triangolo illusorio di Kanizsa inserito in un insieme di elementi inducenti (pacman) e se le strategie visuo-esplorative coinvolte nell’individuazione del triangolo illusorio sono le stesse implicate nella selezione di un triangolo reale. Nel secondo esperimento è stato ridotto il numero dei pacman al fine di verificare se la selezione della figura illusoria coinvolge le stesse modalità attentive implicate nella selezione della figura reale. I risultati ottenuti attraverso la registrazione dei movimenti oculari dimostrano che la figura di Kanizsa e la figura reale vengono selezionate per prime e in minor tempo rispetto agli altri elementi presenti nel display e che sia lo stimolo illusorio che lo stimolo non illusorio sono selezionati senza l’intervento di una ricerca seriale dell’attenzione.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Perceptual binding; Attention; Kanizsa figure; visual search; Eye tracker
Italian
423
442
Bulf, H., Valenza, E., Grigoletto, A. (2009). Selezione di uno stimolo bersaglio illusorio e non illusorio: strategie visuo-esplorative a confronto. GIORNALE DI PSICOLOGIA, 36, 423-442 [10.1421/29763].
Bulf, H; Valenza, E; Grigoletto, A
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/18698
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact