David Foster Wallace rivendicava le proprie radici americane nel Midwest e aborriva il turismo. La sua biografia elenca solo tre brevi viaggi all'estero, uno dei quali, della durata di pochi giorni, in Francia nella primavera del 2001. Tuttavia, sin dai tempi dell’università, mostra interesse per la cultura e la letteratura francese, scegliendo anche di studiarne la lingua, e si appassiona per i filosofi francesi negli anni '80. Altri riferimenti abbondano, sia nel campo del cinema (Bresson, Bazin, Desplechin) sia in quello letterario (Perec, Camus, che diceva di leggere con ammirazione, poco prima della morte, in una lettera a Tom Bissell, nel febbraio 2008). Una disamina della sua biblioteca, ora conservata ad Austin, in Texas, presso lo Harry Ransom Center, rivela la presenza di titoli francesi in traduzione e in lingua originale. D'altra parte, come non meravigliarsi del suo uso della lingua francese in Infinite Jest? Nonostante tale uso sia spesso erroneo, e ciò gli sia stato segnalato, Wallace, peraltro un sostenitore della linguistica prescrittiva in inglese, non ha fatto alcuna correzione quando il romanzo è stato ripubblicato in formato tascabile. Fondato sulla rassegna delle citazioni, allusioni e riferimenti alla cultura francese, questo articolo avanza ipotesi sulla strategia letteraria (poetica, satirica, di mescidanza) connessa alla lingua francese in Infinite Jest, e, per estensione, sullo status dell'errore nella sua opera.

Kreyder, L. (2017). French Usage In David Foster Wallace's Infinite Jest. In B. Pire, P. Patoine (a cura di), David Foster Wallace. Presences of the Other (pp. 114-127). Sussex Academic Press.

French Usage In David Foster Wallace's Infinite Jest

KREYDER, LAURA
Primo
2017

Abstract

David Foster Wallace rivendicava le proprie radici americane nel Midwest e aborriva il turismo. La sua biografia elenca solo tre brevi viaggi all'estero, uno dei quali, della durata di pochi giorni, in Francia nella primavera del 2001. Tuttavia, sin dai tempi dell’università, mostra interesse per la cultura e la letteratura francese, scegliendo anche di studiarne la lingua, e si appassiona per i filosofi francesi negli anni '80. Altri riferimenti abbondano, sia nel campo del cinema (Bresson, Bazin, Desplechin) sia in quello letterario (Perec, Camus, che diceva di leggere con ammirazione, poco prima della morte, in una lettera a Tom Bissell, nel febbraio 2008). Una disamina della sua biblioteca, ora conservata ad Austin, in Texas, presso lo Harry Ransom Center, rivela la presenza di titoli francesi in traduzione e in lingua originale. D'altra parte, come non meravigliarsi del suo uso della lingua francese in Infinite Jest? Nonostante tale uso sia spesso erroneo, e ciò gli sia stato segnalato, Wallace, peraltro un sostenitore della linguistica prescrittiva in inglese, non ha fatto alcuna correzione quando il romanzo è stato ripubblicato in formato tascabile. Fondato sulla rassegna delle citazioni, allusioni e riferimenti alla cultura francese, questo articolo avanza ipotesi sulla strategia letteraria (poetica, satirica, di mescidanza) connessa alla lingua francese in Infinite Jest, e, per estensione, sullo status dell'errore nella sua opera.
Capitolo o saggio
David Foster Wallace; Infinite Jest; French Usage; 20th Century American Literature; 21th Century American Literature
English
David Foster Wallace. Presences of the Other
9781845198404
Kreyder, L. (2017). French Usage In David Foster Wallace's Infinite Jest. In B. Pire, P. Patoine (a cura di), David Foster Wallace. Presences of the Other (pp. 114-127). Sussex Academic Press.
Kreyder, L
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
195486_ _Kreyder 2 - French Usage in DFW.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia di allegato: Publisher’s Version (Version of Record, VoR)
Dimensione 6.61 MB
Formato Adobe PDF
6.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/150991
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact