Il saggio intende indagare il rapporto tra criminalizzazione della negazione dell’Olocausto, verità della storia e idea di democrazia. Nella prima parte esamina il panorama giuridico europeo e le ragioni delle differenti risposte dei legislatori e dei giudici costituzionali di fronte al discorso negazionista. Analizza, poi, l’orizzonte dell’ordinamento costituzionale italiano, anche alla luce degli orientamenti emersi in Assemblea costituente circa il riconoscimento ai “nemici della democrazia” del diritto di partecipare alla vita pubblica. Il quadro che emerge è quello di una Costituzione che lascia aperta ogni via per la ricerca della verità e accetta il rischio della libertà. Di conseguenza, l’autore ritiene che - in coerenza con il solco più “nobile” e profondo tracciato dal Costituente - il discorso negazionista possa ricondursi nell’alveo dell’art. 21 della Costituzione, sia pure ai suoi confini estremi.

Vigevani, G. (2015). Diritto, verità e storia: la criminalizzazione della negazione della Shoah. In G. Ferri (a cura di), La democrazia costituzionale tra nuovi diritti e deriva mediale (pp. 291-327). edizioni scientifiche italiane.

Diritto, verità e storia: la criminalizzazione della negazione della Shoah

Vigevani, Ge
2015

Abstract

Il saggio intende indagare il rapporto tra criminalizzazione della negazione dell’Olocausto, verità della storia e idea di democrazia. Nella prima parte esamina il panorama giuridico europeo e le ragioni delle differenti risposte dei legislatori e dei giudici costituzionali di fronte al discorso negazionista. Analizza, poi, l’orizzonte dell’ordinamento costituzionale italiano, anche alla luce degli orientamenti emersi in Assemblea costituente circa il riconoscimento ai “nemici della democrazia” del diritto di partecipare alla vita pubblica. Il quadro che emerge è quello di una Costituzione che lascia aperta ogni via per la ricerca della verità e accetta il rischio della libertà. Di conseguenza, l’autore ritiene che - in coerenza con il solco più “nobile” e profondo tracciato dal Costituente - il discorso negazionista possa ricondursi nell’alveo dell’art. 21 della Costituzione, sia pure ai suoi confini estremi.
Capitolo o saggio
diritto e verità, negazionismo
Italian
La democrazia costituzionale tra nuovi diritti e deriva mediale
978-88-495-3132-9
Vigevani, G. (2015). Diritto, verità e storia: la criminalizzazione della negazione della Shoah. In G. Ferri (a cura di), La democrazia costituzionale tra nuovi diritti e deriva mediale (pp. 291-327). edizioni scientifiche italiane.
Vigevani, G
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
VIGEVANI 2015 negazionismo.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia di allegato: Publisher’s Version (Version of Record, VoR)
Dimensione 301.26 kB
Formato Adobe PDF
301.26 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/139294
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact