In tema di equa riparazione per durata irragionevole del processo, la manifesta infondatezza della domanda nel giudizio presupposto, ove non qualificata dal requisito soggettivo della temerarietà o abusività della lite, non rientra tra le cause di esclusione dell’indennizzo.

Ciccone, M. (2016). Ragionevole durata del processo: la manifesta infondatezza della domanda non esclude l’indennizzo. EUROCONFERENCE LEGAL.

Ragionevole durata del processo: la manifesta infondatezza della domanda non esclude l’indennizzo

CICCONE, MADDALENA
2016

Abstract

In tema di equa riparazione per durata irragionevole del processo, la manifesta infondatezza della domanda nel giudizio presupposto, ove non qualificata dal requisito soggettivo della temerarietà o abusività della lite, non rientra tra le cause di esclusione dell’indennizzo.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Procedimento civile, Irragionevole durata, Equa riparazione, Giudizio presupposto, Manifesta infondatezza della domanda, Rilevanza, Limiti
Italian
Ciccone, M. (2016). Ragionevole durata del processo: la manifesta infondatezza della domanda non esclude l’indennizzo. EUROCONFERENCE LEGAL.
Ciccone, M
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/133233
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact