Premessa al saggio di Luca Cavalli-Sforza