Questo capitolo rappresenta una riflessione sulle modalità di rilevazione tipiche della cosiddetta ricerca sociale standardizzata. In particolare, si ipotizza che un question wording (formulazione delle domande) differenziato per genere nella pratica di progettazione di un questionario congiuntamente ad un’adeguata realizzazione della rilevazione delle informazioni abbiano un impatto sulla stessa qualità del dato raccolto. Come noto, il tema della formulazione delle domande e delle modalità di rilevazione rientrano nell’ambito più generale dell’errore non campionario (nonsampling error) per la quota attribuibile allo strumento di rilevazione. L’idea su cui si basa questo lavoro è che la tradizionale modalità di progettazione di un questionario e della sua somministrazione, ignorando le differenze di genere, faccia trovare frequentemente il/la rispondente deprivato/a della modalità di risposta in grado di rappresentarlo/a meglio o, comunque, non in condizione di indicarla sinceramente (soprattutto quando si affrontano temi particolarmente obtrusivi). Questo sortisce degli evidenti effetti negativi sulla qualità del dato e sui risultati di ricerca empirica.

Decataldo, A. (2016). Le parole della ricerca. In F. Corbisiero, P. Maturi, E. Ruspini (a cura di), Genere e linguaggio. I segni dell’uguaglianza e della diversità (pp. 81-94). Franco Angeli.

Le parole della ricerca

DECATALDO, ALESSANDRA
2016

Abstract

Questo capitolo rappresenta una riflessione sulle modalità di rilevazione tipiche della cosiddetta ricerca sociale standardizzata. In particolare, si ipotizza che un question wording (formulazione delle domande) differenziato per genere nella pratica di progettazione di un questionario congiuntamente ad un’adeguata realizzazione della rilevazione delle informazioni abbiano un impatto sulla stessa qualità del dato raccolto. Come noto, il tema della formulazione delle domande e delle modalità di rilevazione rientrano nell’ambito più generale dell’errore non campionario (nonsampling error) per la quota attribuibile allo strumento di rilevazione. L’idea su cui si basa questo lavoro è che la tradizionale modalità di progettazione di un questionario e della sua somministrazione, ignorando le differenze di genere, faccia trovare frequentemente il/la rispondente deprivato/a della modalità di risposta in grado di rappresentarlo/a meglio o, comunque, non in condizione di indicarla sinceramente (soprattutto quando si affrontano temi particolarmente obtrusivi). Questo sortisce degli evidenti effetti negativi sulla qualità del dato e sui risultati di ricerca empirica.
Capitolo o saggio
question wording; nonsampling error
Questionario; differenze di genere
Italian
Genere e linguaggio. I segni dell’uguaglianza e della diversità
978-88-917-2718-3
Decataldo, A. (2016). Le parole della ricerca. In F. Corbisiero, P. Maturi, E. Ruspini (a cura di), Genere e linguaggio. I segni dell’uguaglianza e della diversità (pp. 81-94). Franco Angeli.
Decataldo, A
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/99010
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact