Gli operatori sanitari si trovano costantemente a dover fare i conti con scelte etiche e in particolare con la difficoltà di mettere in pratica alcuni dei dettati dei codici etici quale quello di rispettare l’autonomia del paziente. Ciò è tanto più vero in pediatria dove la situazione è complicata dalla minore età dei pazienti e dalla presenza costante dei genitori in reparto. Da qui una serie di dilemmi su chi debba decidere in particolare in situazioni drammatiche. Da una parte si discute sull’età in cui il minore sia in grado di dire la sua sulle scelte, dall’altra ci si chiede quanto i genitori siano capaci di decidere serenamente per lui. Nell’ospedalizzazione dei minori, ancor di più che in quella degli adulti, è necessario che gli operatori osservino ed ascoltino i pazienti e i loro familiari in modo da essere in grado di rivolgersi a loro in modo corretto aiutandoli anche a ricostruire quell’immagine di sé come persone autonome e capaci che la malattia e l’ospedalizzazione tendono ad appannare

Kanizsa, S. (2015). Comportarsi in modo etico con i bambini ospedalizzati. MEDIC. METODOLOGIA DIDATTICA E INNOVAZIONE CLINICA, 23, 20-23.

Comportarsi in modo etico con i bambini ospedalizzati

KANIZSA, SILVIA
Primo
2015

Abstract

Gli operatori sanitari si trovano costantemente a dover fare i conti con scelte etiche e in particolare con la difficoltà di mettere in pratica alcuni dei dettati dei codici etici quale quello di rispettare l’autonomia del paziente. Ciò è tanto più vero in pediatria dove la situazione è complicata dalla minore età dei pazienti e dalla presenza costante dei genitori in reparto. Da qui una serie di dilemmi su chi debba decidere in particolare in situazioni drammatiche. Da una parte si discute sull’età in cui il minore sia in grado di dire la sua sulle scelte, dall’altra ci si chiede quanto i genitori siano capaci di decidere serenamente per lui. Nell’ospedalizzazione dei minori, ancor di più che in quella degli adulti, è necessario che gli operatori osservino ed ascoltino i pazienti e i loro familiari in modo da essere in grado di rivolgersi a loro in modo corretto aiutandoli anche a ricostruire quell’immagine di sé come persone autonome e capaci che la malattia e l’ospedalizzazione tendono ad appannare
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Pazienti pediatrici, operatori sanitari, comportamenti etici
Italian
20
23
4
Kanizsa, S. (2015). Comportarsi in modo etico con i bambini ospedalizzati. MEDIC. METODOLOGIA DIDATTICA E INNOVAZIONE CLINICA, 23, 20-23.
Kanizsa, S
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/98437
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact