Affect e percezione del rischio: il ruolo del formato statistico