Periferie deprivate e senza risorse, in cui finiscono per trovarsi confinati coloro che sono esclusi dalle opportunità di mobilità fisica e sociale. Nuovi quartieri firmati da architetti di grido, che sorgono al posto di aree dimesse, simboli della rinnovata importanza delle città nell'economia globale. Ambiti dove si sviluppano partecipazione e impegno civile, ma anche "quartieri fortezza" in cui rinchiudersi alla ricerca di sicurezza e omogeneità sociale. Più semplicemente, quartieri "di tutti giorni" in cui abitano individui e famiglie che cercano di far fronte alla crescente complessità di gestione spazio-temporale delle relazioni e delle attività a livello metropolitano. Occuparsi di quartiere significa ragionare intorno all'esperienza urbana e all'organizzazione della vita quotidiana nella città contemporanea. La rapidità dei processi di trasformazione, riconversione e modernizzazione modifica i tradizionali legami di confidenza e di identificazione con il territorio, mentre i cambiamenti nell'organizzazione del lavoro e della famiglia, e la più generale de-standardizzazione dei comportamenti, favoriscono l'eterogeneità dei repertori valoriali ed esperienziali degli abitanti. In questa prospettiva, il quartiere costituisce un interessante fuoco di analisi non tanto in quanto comunità socialmente e spazialmente integrata, ma come spazio-chiave, sebbene non esclusivo, della quotidianità, attraverso il quale gli abitanti accedono a risorse materiali e sociali e costruiscono le proprie opportunità di vita. Ripercorrendo il dibattito classico, ma anche ricorrendo ai più recenti contributi internazionali, il libro offre a studenti di sociologia, delle discipline urbanistiche e architettoniche e a chi opera in ambito politico e sociale, una rigorosa ma agevole presentazione dei principali temi di teoria e ricerca sul quartiere. Oggetto solo apparentemente intuitivo e scontato, il quartiere si rivela nel corso dei capitoli un filone di analisi di grande attualità e rilevanza, che chiama in causa questioni centrali per comprendere le trasformazioni della città contemporanea

Zajczyk, F. (2008). Prefazione in "Il quartiere nella città contemporanea". In Il quartiere nella città contemporanea. Milano : Bruno Mondadori.

Prefazione in "Il quartiere nella città contemporanea"

ZAJCZYK, FRANCESCA
2008

Abstract

Periferie deprivate e senza risorse, in cui finiscono per trovarsi confinati coloro che sono esclusi dalle opportunità di mobilità fisica e sociale. Nuovi quartieri firmati da architetti di grido, che sorgono al posto di aree dimesse, simboli della rinnovata importanza delle città nell'economia globale. Ambiti dove si sviluppano partecipazione e impegno civile, ma anche "quartieri fortezza" in cui rinchiudersi alla ricerca di sicurezza e omogeneità sociale. Più semplicemente, quartieri "di tutti giorni" in cui abitano individui e famiglie che cercano di far fronte alla crescente complessità di gestione spazio-temporale delle relazioni e delle attività a livello metropolitano. Occuparsi di quartiere significa ragionare intorno all'esperienza urbana e all'organizzazione della vita quotidiana nella città contemporanea. La rapidità dei processi di trasformazione, riconversione e modernizzazione modifica i tradizionali legami di confidenza e di identificazione con il territorio, mentre i cambiamenti nell'organizzazione del lavoro e della famiglia, e la più generale de-standardizzazione dei comportamenti, favoriscono l'eterogeneità dei repertori valoriali ed esperienziali degli abitanti. In questa prospettiva, il quartiere costituisce un interessante fuoco di analisi non tanto in quanto comunità socialmente e spazialmente integrata, ma come spazio-chiave, sebbene non esclusivo, della quotidianità, attraverso il quale gli abitanti accedono a risorse materiali e sociali e costruiscono le proprie opportunità di vita. Ripercorrendo il dibattito classico, ma anche ricorrendo ai più recenti contributi internazionali, il libro offre a studenti di sociologia, delle discipline urbanistiche e architettoniche e a chi opera in ambito politico e sociale, una rigorosa ma agevole presentazione dei principali temi di teoria e ricerca sul quartiere. Oggetto solo apparentemente intuitivo e scontato, il quartiere si rivela nel corso dei capitoli un filone di analisi di grande attualità e rilevanza, che chiama in causa questioni centrali per comprendere le trasformazioni della città contemporanea
No
Prefazione/Postfazione
Trasformazioni urbane, quartieri
Italian
Il quartiere nella città contemporanea
978-88-4242-058-3
Autori del volume: Barbara Borlini, Francesco Memo
Zajczyk, F. (2008). Prefazione in "Il quartiere nella città contemporanea". In Il quartiere nella città contemporanea. Milano : Bruno Mondadori.
Zajczyk, F
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/8769
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact