Fabbriche di sapere. Le ambivalenze del lavoro cognitivo