L'articolo indaga sugli orientamenti della giurisprudenza penale nel Regno Lombardo Veneto negli anni di applicazione del codice austriaco del 1803. Il ruolo del magistrato quale interprete e mediatore tra l'astrattismo normativo e la concretezza del quotidiano giuridico è qui ricostruito con riferimento al tribunale di primo grado di Brescia. Le fonti archivistiche documentano l'attività svolta dalla corte tra il 1831 e il 1851. La disamina delle sentenze relative ai reati di sangue rivela la capacità dei magistrati locali di ritagliare spazi di discrezionalità nella fitta rete inquisitoria intessuta dal codice asburgico, mostrando nitidamente il doppio volto, assolutistico e garantistico, del sistema delle prove legali e al tempo stesso una mitezza sanzionatoria nella realtà dei fatti generata dall'attenzione alle specifiche varianti soggettive dei rei e all'ambiente socio-economico di riferimento.

Garlati, L. (2009). Quando il diritto si fa giustizia: il ruolo del magistrato penale nel regno Lombardo-Veneto. ACTA HISTRIAE, 17(3), 491-504.

Quando il diritto si fa giustizia: il ruolo del magistrato penale nel regno Lombardo-Veneto

GARLATI, LOREDANA
2009

Abstract

L'articolo indaga sugli orientamenti della giurisprudenza penale nel Regno Lombardo Veneto negli anni di applicazione del codice austriaco del 1803. Il ruolo del magistrato quale interprete e mediatore tra l'astrattismo normativo e la concretezza del quotidiano giuridico è qui ricostruito con riferimento al tribunale di primo grado di Brescia. Le fonti archivistiche documentano l'attività svolta dalla corte tra il 1831 e il 1851. La disamina delle sentenze relative ai reati di sangue rivela la capacità dei magistrati locali di ritagliare spazi di discrezionalità nella fitta rete inquisitoria intessuta dal codice asburgico, mostrando nitidamente il doppio volto, assolutistico e garantistico, del sistema delle prove legali e al tempo stesso una mitezza sanzionatoria nella realtà dei fatti generata dall'attenzione alle specifiche varianti soggettive dei rei e all'ambiente socio-economico di riferimento.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Brescia; processo penale; omicidio; uccisione; ferimento; Codice Penale universale Austriaco (1803)
English
Italian
Slovenian
491
504
Garlati, L. (2009). Quando il diritto si fa giustizia: il ruolo del magistrato penale nel regno Lombardo-Veneto. ACTA HISTRIAE, 17(3), 491-504.
Garlati, L
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/7038
Citazioni
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact