Olinda, o della difficile costruzione di un pubblico