Il consumo critico come forma di partecipazione politica: alcuni problemi