Il contributo in oggetto, presentato in occasione del V Incontro di studio tra giovani cultori delle materie internazionalistiche tenuto presso l'Università di Milano-Bicocca il 18 e 19 settembre 2007, concerne un tema rilevante su cui si è concentrata la giurisprudenza comunitaria più recente, vale a dire quello degli effetti delle raccomandazioni e delle decisioni dell’Organo per la soluzione delle controversie dell’OMC (Dispute Settlement Body, DSB) nell'ordinamento dell’Unione. Dall’analisi della giurisprudenza comunitaria, emerge che non solo i giudici comunitari hanno negato l’efficacia diretta delle disposizioni degli Accordi OMC, ma anche gli effetti diretti delle risoluzioni del DSB, così come l’eventuale appicabilità del principio della responsabilità extracontrattuale della Comunità europea in caso di mancata o non corretta esecuzione delle risoluzioni del DSB e, dunque, la possibilità, per gli operatori economici, di ottenere un risarcimento del danno anche in caso di manifesta incompatibilità (accertata con una risoluzione del DSB) di una misura comunitaria con il diritto OMC. Così facendo, i giudici comunitari hanno ritenuto di non riconoscere alcuna forma di tutela giurisdizionale agli operatori economici nei casi di mancata conformità del diritto comunitario con le disposizion degli Accordi OMC. Questa scelta sembra giustificarsi, secondo la tesi sostenuta nel contributo in oggetto, con l’affermazione dell’interesse della Comunità al riconoscimento di un ampio margine di discrezionalità in capo alle Istituzioni comunitarie nell’applicazione delle regole commerciali stabilite nell’ambito dell’OMC. La posizione dei giudici comunitari sembra poggiare, in altre parole, su motivi permeati da ragioni di opportunità politica, più che su considerazioni di tipo giuridico.

Boni, D. (2008). Recenti sviluppi sul tema degli effetti delle raccomandazioni e delle decisioni del Dispute Settlement Body dell’Organizzazione Mondiale del Commercio nell’ordinamento comunitario. In I. Papanicolopulu (a cura di), Atti del V incontro di studio tra giovani cultori delle materie internazionalistiche (pp. 305-362). Milano : Giuffré.

Recenti sviluppi sul tema degli effetti delle raccomandazioni e delle decisioni del Dispute Settlement Body dell’Organizzazione Mondiale del Commercio nell’ordinamento comunitario

BONI, DELFINA
2008

Abstract

Il contributo in oggetto, presentato in occasione del V Incontro di studio tra giovani cultori delle materie internazionalistiche tenuto presso l'Università di Milano-Bicocca il 18 e 19 settembre 2007, concerne un tema rilevante su cui si è concentrata la giurisprudenza comunitaria più recente, vale a dire quello degli effetti delle raccomandazioni e delle decisioni dell’Organo per la soluzione delle controversie dell’OMC (Dispute Settlement Body, DSB) nell'ordinamento dell’Unione. Dall’analisi della giurisprudenza comunitaria, emerge che non solo i giudici comunitari hanno negato l’efficacia diretta delle disposizioni degli Accordi OMC, ma anche gli effetti diretti delle risoluzioni del DSB, così come l’eventuale appicabilità del principio della responsabilità extracontrattuale della Comunità europea in caso di mancata o non corretta esecuzione delle risoluzioni del DSB e, dunque, la possibilità, per gli operatori economici, di ottenere un risarcimento del danno anche in caso di manifesta incompatibilità (accertata con una risoluzione del DSB) di una misura comunitaria con il diritto OMC. Così facendo, i giudici comunitari hanno ritenuto di non riconoscere alcuna forma di tutela giurisdizionale agli operatori economici nei casi di mancata conformità del diritto comunitario con le disposizion degli Accordi OMC. Questa scelta sembra giustificarsi, secondo la tesi sostenuta nel contributo in oggetto, con l’affermazione dell’interesse della Comunità al riconoscimento di un ampio margine di discrezionalità in capo alle Istituzioni comunitarie nell’applicazione delle regole commerciali stabilite nell’ambito dell’OMC. La posizione dei giudici comunitari sembra poggiare, in altre parole, su motivi permeati da ragioni di opportunità politica, più che su considerazioni di tipo giuridico.
Capitolo o saggio
Accordi OMC, norme comunitarie, tutela giurisdizionale
Italian
Atti del V incontro di studio tra giovani cultori delle materie internazionalistiche
88-14-14445-1
Boni, D. (2008). Recenti sviluppi sul tema degli effetti delle raccomandazioni e delle decisioni del Dispute Settlement Body dell’Organizzazione Mondiale del Commercio nell’ordinamento comunitario. In I. Papanicolopulu (a cura di), Atti del V incontro di studio tra giovani cultori delle materie internazionalistiche (pp. 305-362). Milano : Giuffré.
Boni, D
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/5618
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact