Il testo mette a tema lo spazio quale “cosa educante”, secondo lo strutturalismo pedagogico, cioè struttura agente prima che agita e vissuta. In riferimento alla riflessione di Michel Foucault sul potere disciplinare e di Martin Heidegger sulla co-originarietà di spazio e tempo, si ricostruisce un itinerario di filosofia dell’educazione che incrocia il sapere clinico delle scienze umane con la specificità dell’Esser-ci. È questa doppia eredità a conferire allo spazio pedagogico il suo carattere paradossale: un’ambiguità strutturale tra la dimensione di addestramento e controllo e le possibilità di autenticità ed emancipazione. Accogliere una tale duplicità sul piano della riflessività operativa, significa promuovere nel lavoro dell’educatore l’uso di due costrutti teorico-pratici: quello di set pedagogico (scena o spazio finzionale e drammatico, dove agiscono come attori educatore ed educando sullo stesso piano) e di setting pedagogico (ambiente formativo, o matrice dell’educazione, che è responsabilità dell’educatore-regista garantire e custodire).

Orsenigo, J. (2008). Lo spazio paradossale. Esercizi di filosofia dell'educazione. Milano : Unicopli.

Lo spazio paradossale. Esercizi di filosofia dell'educazione

ORSENIGO, JOLE
2008

Abstract

Il testo mette a tema lo spazio quale “cosa educante”, secondo lo strutturalismo pedagogico, cioè struttura agente prima che agita e vissuta. In riferimento alla riflessione di Michel Foucault sul potere disciplinare e di Martin Heidegger sulla co-originarietà di spazio e tempo, si ricostruisce un itinerario di filosofia dell’educazione che incrocia il sapere clinico delle scienze umane con la specificità dell’Esser-ci. È questa doppia eredità a conferire allo spazio pedagogico il suo carattere paradossale: un’ambiguità strutturale tra la dimensione di addestramento e controllo e le possibilità di autenticità ed emancipazione. Accogliere una tale duplicità sul piano della riflessività operativa, significa promuovere nel lavoro dell’educatore l’uso di due costrutti teorico-pratici: quello di set pedagogico (scena o spazio finzionale e drammatico, dove agiscono come attori educatore ed educando sullo stesso piano) e di setting pedagogico (ambiente formativo, o matrice dell’educazione, che è responsabilità dell’educatore-regista garantire e custodire).
No
Monografia o trattato scientifico - Monografia di Ricerca - Prima edizione
spazio; dispositivo
Italian
978-88-4001-269-8
Orsenigo, J. (2008). Lo spazio paradossale. Esercizi di filosofia dell'educazione. Milano : Unicopli.
Orsenigo, J
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/5578
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact