Postmoderno, flessibilità e tradimenti