Quale diritto nella società pluralistica?