Taylor nell'era d'Internet