SVEZZAMENTO DALLA CANNULA TRACHEOSTOMICA IN PAZIENTI IN STATO VEGETATIVO: IMPLICAZIONI METODOLOGICHE E PROGNOSTICHE