Subjects with HIV infection are often affected by other sexually transmitted diseases (STDs). HIV may influence the clinical presentation, treatment outcome and progression of STDs; in the same way, the presence of a STD may affect the course of HIV infection. Human Papillomavirus (HPV) is the most common sexually transmitted agent worldwide. There are many types of HPV; high risk type are known causing cancer (uterine cervix, vulva, vagina, penis, anus, oropharynx). The natural history of infection is strongly conditioned by the balance between host and virus. Several studies have shown that HPV infection is more common in subjects with HIV infection than in the general population. After the introduction of Highly Active Anti-Retroviral Therapy (HAART) in 1996, the incidence of some HIV-related cancers drastically declined; in contrast, several studies have shown an increase in the incidence of anal cancer and no significant variation in the incidence of uterine cervix carcinoma in subjects with HIV infection. The role of HPV vaccination is crucial in the HIV-positive population, although clinical studies are not yet available on the vaccine efficacy in preventing HPV-associated neoplasms in HIV/AIDS patients. HIV-positive women and men (especially men who have sex with men) should be followed closely to screen the presence of cervical and anal pre-cancerous and cancerous lesions, regardless of HAART treatment status, CD4+ T-cell count and viral load.

I soggetti con infezione da HIV sono spesso interessati da altre malattie trasmesse sessualmente (MTS). HIV può influire sulla presentazione clinica, sulla storia naturale e sull'esito del trattamento delle MTS; allo stesso modo, la presenza di una malattia a trasmissione sessuale può influenzare l’andamento dell’infezione da HIV. Human Papilloma Virus (HPV) rappresenta l’agente eziologico a trasmissione sessuale più diffuso al mondo. Alcuni tipi di HPV sono definiti ad alto rischio oncogeno poiché associati all’insorgenza di neoplasie (cervice uterina, vulva, vagina, pene, ano, orofaringe). La storia naturale dell’infezione è fortemente condizionata dall’equilibrio che si instaura fra ospite e virus. Diversi studi hanno mostrato come l’infezione da HPV sia più comune nei soggetti con infezione da HIV rispetto alla popolazione generale. Dopo l'introduzione nel 1996 della terapia antiretrovirale combinata (Highly Active Anti-Retroviral Therapy, HAART) l'incidenza di alcuni tumori HIV-correlati si è drasticamente ridotta; al contrario diversi studi hanno mostrato nei soggetti con infezione da HIV un aumento dell'incidenza del carcinoma anale e nessuna variazione significativa nell'incidenza del carcinoma della cervice uterina. Il ruolo della vaccinazione anti-HPV è fondamentale nella popolazione HIV-positiva, benché non siano ancora disponibili studi clinici sull’efficacia del vaccino nel prevenire le neoplasie HPV-associate in soggetti con HIV/AIDS. Donne e uomini con infezione da HIV, in particolare modo i soggetti MSM (men who have sex with men), andrebbero sottoposti regolarmente a programmi di screening per il carcinoma della cervice uterina e per il carcinoma dell’ano, indipendentemente dall’essere o meno in terapia antiretrovirale, dalla conta dei CD4+ e dal valore di HIV-RNA.

Bonfanti, P., Franzetti, M., & Pandolfo, A. (2017). Relazioni pericolose: la co-infezione HIV/HPV HIV and HPV coinfection: a dangerous liaison. JOURNAL OF HIV AND AGEING, 2(4), 102-108 [10.19198/JHA31441].

Relazioni pericolose: la co-infezione HIV/HPV HIV and HPV coinfection: a dangerous liaison

Bonfanti, Paolo
Ultimo
;
2017

Abstract

I soggetti con infezione da HIV sono spesso interessati da altre malattie trasmesse sessualmente (MTS). HIV può influire sulla presentazione clinica, sulla storia naturale e sull'esito del trattamento delle MTS; allo stesso modo, la presenza di una malattia a trasmissione sessuale può influenzare l’andamento dell’infezione da HIV. Human Papilloma Virus (HPV) rappresenta l’agente eziologico a trasmissione sessuale più diffuso al mondo. Alcuni tipi di HPV sono definiti ad alto rischio oncogeno poiché associati all’insorgenza di neoplasie (cervice uterina, vulva, vagina, pene, ano, orofaringe). La storia naturale dell’infezione è fortemente condizionata dall’equilibrio che si instaura fra ospite e virus. Diversi studi hanno mostrato come l’infezione da HPV sia più comune nei soggetti con infezione da HIV rispetto alla popolazione generale. Dopo l'introduzione nel 1996 della terapia antiretrovirale combinata (Highly Active Anti-Retroviral Therapy, HAART) l'incidenza di alcuni tumori HIV-correlati si è drasticamente ridotta; al contrario diversi studi hanno mostrato nei soggetti con infezione da HIV un aumento dell'incidenza del carcinoma anale e nessuna variazione significativa nell'incidenza del carcinoma della cervice uterina. Il ruolo della vaccinazione anti-HPV è fondamentale nella popolazione HIV-positiva, benché non siano ancora disponibili studi clinici sull’efficacia del vaccino nel prevenire le neoplasie HPV-associate in soggetti con HIV/AIDS. Donne e uomini con infezione da HIV, in particolare modo i soggetti MSM (men who have sex with men), andrebbero sottoposti regolarmente a programmi di screening per il carcinoma della cervice uterina e per il carcinoma dell’ano, indipendentemente dall’essere o meno in terapia antiretrovirale, dalla conta dei CD4+ e dal valore di HIV-RNA.
Articolo in rivista - Review Essay
Scientifica
Subjects with HIV infection are often affected by other sexually transmitted diseases (STDs). HIV may influence the clinical presentation, treatment outcome and progression of STDs; in the same way, the presence of a STD may affect the course of HIV infection. Human Papillomavirus (HPV) is the most common sexually transmitted agent worldwide. There are many types of HPV; high risk type are known causing cancer (uterine cervix, vulva, vagina, penis, anus, oropharynx). The natural history of infection is strongly conditioned by the balance between host and virus. Several studies have shown that HPV infection is more common in subjects with HIV infection than in the general population. After the introduction of Highly Active Anti-Retroviral Therapy (HAART) in 1996, the incidence of some HIV-related cancers drastically declined; in contrast, several studies have shown an increase in the incidence of anal cancer and no significant variation in the incidence of uterine cervix carcinoma in subjects with HIV infection. The role of HPV vaccination is crucial in the HIV-positive population, although clinical studies are not yet available on the vaccine efficacy in preventing HPV-associated neoplasms in HIV/AIDS patients. HIV-positive women and men (especially men who have sex with men) should be followed closely to screen the presence of cervical and anal pre-cancerous and cancerous lesions, regardless of HAART treatment status, CD4+ T-cell count and viral load.
HIV; HPV; antiretroviral therapy; vaccine;
Italian
Bonfanti, P., Franzetti, M., & Pandolfo, A. (2017). Relazioni pericolose: la co-infezione HIV/HPV HIV and HPV coinfection: a dangerous liaison. JOURNAL OF HIV AND AGEING, 2(4), 102-108 [10.19198/JHA31441].
Bonfanti, P; Franzetti, M; Pandolfo, A
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
JHA2017;2(4)102_108.pdf

accesso aperto

Descrizione: Review
Tipologia di allegato: Publisher’s Version (Version of Record, VoR)
Dimensione 253.62 kB
Formato Adobe PDF
253.62 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/388229
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact