Che cosa genera gli incidenti? E’ sempre colpa di un errore umano? Oppure è la tecnologia che fallisce? O piuttosto gli incidenti e i disastri sono costruiti da errori organizzativi? La spiegazione più diffusa degli incidenti nelle organizzazioni risiede nell’individuazione delle cause tecniche o delle cause umane. Ciò che accomuna tali spiegazioni è l'attribuzione di ogni responsabilità dell'incidente non all'organizzazione e alle sue pratiche di funzionamento, ma al più comodo capro espiatorio: l'errore umano. Da Chernobyl a Linate introduce una prospettiva innovativa per l’analisi degli incidenti e degli errori nelle organizzazioni, prospettiva che mette in primo piano le dinamiche organizzative e le responsabilità gestionali degli eventi. Il libro si compone di un’approfondita rassegna delle teorie sulle cause degli accidents tecnologici nelle organizzazioni e di un originale studio di casi empirici. La parte teorica ripercorre i principali modelli esplicativi degli incidenti - quelli tradizionali e i modelli organizzativi - evidenziando come questi ultimi consentano di “svelare” la reale genesi e la dinamica degli incidenti. Nella parte empirica sono analizzati, secondo una prospettiva organizzativa, numerosi incidenti tecnologici (tra i quali il disastro di Tenerife, del Challenger, del Columbia), alcuni dei quali riferiti al contesto italiano come il disastro aereo di Linate. Il capitolo conclusivo fornisce molte riflessioni sulla ridefinizione delle cause degli incidenti e indicazioni per un’innovativa comprensione e una più adeguata prevenzione degli errori nelle organizzazioni.

Catino, M. (2006). Da Chernobyl a Linate. Incidenti tecnologici o errori organizzativi?. Milano : Bruno Mondadori.

Da Chernobyl a Linate. Incidenti tecnologici o errori organizzativi?

CATINO, MAURIZIO
2006

Abstract

Che cosa genera gli incidenti? E’ sempre colpa di un errore umano? Oppure è la tecnologia che fallisce? O piuttosto gli incidenti e i disastri sono costruiti da errori organizzativi? La spiegazione più diffusa degli incidenti nelle organizzazioni risiede nell’individuazione delle cause tecniche o delle cause umane. Ciò che accomuna tali spiegazioni è l'attribuzione di ogni responsabilità dell'incidente non all'organizzazione e alle sue pratiche di funzionamento, ma al più comodo capro espiatorio: l'errore umano. Da Chernobyl a Linate introduce una prospettiva innovativa per l’analisi degli incidenti e degli errori nelle organizzazioni, prospettiva che mette in primo piano le dinamiche organizzative e le responsabilità gestionali degli eventi. Il libro si compone di un’approfondita rassegna delle teorie sulle cause degli accidents tecnologici nelle organizzazioni e di un originale studio di casi empirici. La parte teorica ripercorre i principali modelli esplicativi degli incidenti - quelli tradizionali e i modelli organizzativi - evidenziando come questi ultimi consentano di “svelare” la reale genesi e la dinamica degli incidenti. Nella parte empirica sono analizzati, secondo una prospettiva organizzativa, numerosi incidenti tecnologici (tra i quali il disastro di Tenerife, del Challenger, del Columbia), alcuni dei quali riferiti al contesto italiano come il disastro aereo di Linate. Il capitolo conclusivo fornisce molte riflessioni sulla ridefinizione delle cause degli incidenti e indicazioni per un’innovativa comprensione e una più adeguata prevenzione degli errori nelle organizzazioni.
incidenti, errore, cultura, disastri
Italian
9788842420026
Catino, M. (2006). Da Chernobyl a Linate. Incidenti tecnologici o errori organizzativi?. Milano : Bruno Mondadori.
Catino, M
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/3772
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact