Se lo scontro fra Islam e occidente ha trovato nelle vicende belliche e terroristiche della politica internazionale la sua rappresentazione più impressionante e mediaticamente pervasiva, è soprattutto nelle vicende interne alla politica e alla società civile europee che i tentativi di reciproca composizione, comprensione e revisione hanno cercato faticosamente uno spazio. In un certo senso, l’Europa è laboratorio al tempo stesso privilegiato e obbligato di possibili forme di convivenza fra Islam e occidente che non si limitino a separare le diversità o ad affermare un rapporto di forze, ma ambiscano a un reciproco apprendimento. In questo scenario, il quesito sulla laicità diventa un quesito fondamentale su che cosa significhi essere cittadini europei anche per coloro che fino a ieri non sono stati europei. Un’occasione decisiva per misurare la capacità delle forme politiche che l’Europea si è data (e ancora si deve dare) per interpretare le credenze e le motivazioni profonde che animano la vita pubblica e la partecipazione politica di individui e comunità. In questo saggio si considerano le riformulazioni del concetto di laicità offerte da Cécile Laborde, Tariq Ramadan e Andrew March, offrendone una rilettura critica.

Monti, P. (2016). Europa e Islam: riletture della laicità. In A. Pin, C. Pellegrino (a cura di), Europa e Islam: attualità di una relazione (pp. 41-50). Venezia : Marsilio.

Europa e Islam: riletture della laicità

Monti, P
2016

Abstract

Se lo scontro fra Islam e occidente ha trovato nelle vicende belliche e terroristiche della politica internazionale la sua rappresentazione più impressionante e mediaticamente pervasiva, è soprattutto nelle vicende interne alla politica e alla società civile europee che i tentativi di reciproca composizione, comprensione e revisione hanno cercato faticosamente uno spazio. In un certo senso, l’Europa è laboratorio al tempo stesso privilegiato e obbligato di possibili forme di convivenza fra Islam e occidente che non si limitino a separare le diversità o ad affermare un rapporto di forze, ma ambiscano a un reciproco apprendimento. In questo scenario, il quesito sulla laicità diventa un quesito fondamentale su che cosa significhi essere cittadini europei anche per coloro che fino a ieri non sono stati europei. Un’occasione decisiva per misurare la capacità delle forme politiche che l’Europea si è data (e ancora si deve dare) per interpretare le credenze e le motivazioni profonde che animano la vita pubblica e la partecipazione politica di individui e comunità. In questo saggio si considerano le riformulazioni del concetto di laicità offerte da Cécile Laborde, Tariq Ramadan e Andrew March, offrendone una rilettura critica.
Capitolo o saggio
Europa; Islam; Laicità; Cittadinanza
Italian
Europa e Islam: attualità di una relazione
9788831730044
Monti, P. (2016). Europa e Islam: riletture della laicità. In A. Pin, C. Pellegrino (a cura di), Europa e Islam: attualità di una relazione (pp. 41-50). Venezia : Marsilio.
Monti, P
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Europa e Islam - Pdf per autori.pdf

Solo gestori archivio

Dimensione 1.22 MB
Formato Adobe PDF
1.22 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/364282
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact