Sapere, potere e comunicazione culturale. Sull'identità complessa fra intellettuali e metropoli