La cosiddetta "personalità epilettica": inquadramento storico e concezioni attuali