Il valore giuridico della parola nel teatro romano. Parole magiche e parole vincolanti tra superstizione e sacralità