Marginal neighbourhoods are often more exposed to environmental problems than the areas where urban elites live. A neighbourhood of social housing of Milan called San Siro – where I am carrying out an ethnographic research since January 2017 – seems to confirm this statement. In fact, in the last few years the public space of San Siro is getting more and more polluted. Trash is abandoned in several corners, streets are dirty and unclean. This paper will describe how two local committees tried to face this issue through distinct strategies. The first one (Comitato di Quartiere – Committee of the Neighbourhood) is formed by a group of elderly Italian residents; the second one (Comitato Abitanti – Committee of the Residents) is connected to the Milanese social movements that fight for housing rights. Despite their different visions, the two committees pursue a very similar objective when they implement actions aimed to set up a “clean” and “nice” public space: deconstructing the territorial stigma, i.e. demanding a spatial justice against their marginalization.

I quartieri periferici delle città sono spesso più esposti a problemi ambientali rispetto alle aree in cui vivono le élite urbane. Un complesso di edilizia popolare di Milano chiamato San Siro – dove conduco una ricerca etnografica da gennaio 2017 – sembra confermare questa affermazione. Negli ultimi anni lo spazio pubblico del quartiere ha subito un processo di progressivo deterioramento: i rifiuti vengono abbandonati in diversi angoli, le strade sono sporche. L’articolo descriverà come due comitati locali hanno provato ad affrontare questo problema attraverso strategie distinte. Il primo, il Comitato di Quartiere, è formato in maggioranza da un gruppo di anziani italiani; il secondo, il Comitato Abitanti, è invece collegato ai movimenti sociali milanesi che lottano per il «diritto all’abitare». Nonostante le loro diverse visioni, i due comitati perseguono un obiettivo molto simile quando attuano azioni volte a creare uno spazio pubblico “pulito” e “bello”: decostruire lo stigma territoriale e ottenere giustizia spaziale contro la loro marginalizzazione.

Grassi, P. (2020). «Let’s clean San Siro»: Fighting against territorial stigma in a neighbourhood of social housing of Milan [«Puliamo san siro»: Lottare contro lo stigma territoriale in un quartiere di edilizia popolare di Milano]. ARCHIVIO ANTROPOLOGICO MEDITERRANEO, 22(2), 1-15 [10.4000/aam.3427].

«Let’s clean San Siro»: Fighting against territorial stigma in a neighbourhood of social housing of Milan [«Puliamo san siro»: Lottare contro lo stigma territoriale in un quartiere di edilizia popolare di Milano]

Grassi, Paolo
2020

Abstract

I quartieri periferici delle città sono spesso più esposti a problemi ambientali rispetto alle aree in cui vivono le élite urbane. Un complesso di edilizia popolare di Milano chiamato San Siro – dove conduco una ricerca etnografica da gennaio 2017 – sembra confermare questa affermazione. Negli ultimi anni lo spazio pubblico del quartiere ha subito un processo di progressivo deterioramento: i rifiuti vengono abbandonati in diversi angoli, le strade sono sporche. L’articolo descriverà come due comitati locali hanno provato ad affrontare questo problema attraverso strategie distinte. Il primo, il Comitato di Quartiere, è formato in maggioranza da un gruppo di anziani italiani; il secondo, il Comitato Abitanti, è invece collegato ai movimenti sociali milanesi che lottano per il «diritto all’abitare». Nonostante le loro diverse visioni, i due comitati perseguono un obiettivo molto simile quando attuano azioni volte a creare uno spazio pubblico “pulito” e “bello”: decostruire lo stigma territoriale e ottenere giustizia spaziale contro la loro marginalizzazione.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Marginal neighbourhoods are often more exposed to environmental problems than the areas where urban elites live. A neighbourhood of social housing of Milan called San Siro – where I am carrying out an ethnographic research since January 2017 – seems to confirm this statement. In fact, in the last few years the public space of San Siro is getting more and more polluted. Trash is abandoned in several corners, streets are dirty and unclean. This paper will describe how two local committees tried to face this issue through distinct strategies. The first one (Comitato di Quartiere – Committee of the Neighbourhood) is formed by a group of elderly Italian residents; the second one (Comitato Abitanti – Committee of the Residents) is connected to the Milanese social movements that fight for housing rights. Despite their different visions, the two committees pursue a very similar objective when they implement actions aimed to set up a “clean” and “nice” public space: deconstructing the territorial stigma, i.e. demanding a spatial justice against their marginalization.
Milan; Social housing; Spatial justice; Urban ethnography; Waste;
Rifiuti, stigma, Milano
Italian
1
15
15
Grassi, P. (2020). «Let’s clean San Siro»: Fighting against territorial stigma in a neighbourhood of social housing of Milan [«Puliamo san siro»: Lottare contro lo stigma territoriale in un quartiere di edilizia popolare di Milano]. ARCHIVIO ANTROPOLOGICO MEDITERRANEO, 22(2), 1-15 [10.4000/aam.3427].
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
aam-3292 copia.pdf

Solo gestori archivio

Dimensione 843.1 kB
Formato Adobe PDF
843.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/345113
Citazioni
  • Scopus 1
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact