2. Dante e il dolore perenne delle vittime di femminicidio.