L’emergenza Covid-19 attraverso la lente del genere