Da “Charlie Hebdo” a Macerata. Twitter, i rituali di riparazione agli attentati terroristici e la sfera pubblica