Il teatro della natura: Roland Kuhn tra fenomenologia e psicofarmacologia