Scopo di questa ricerca è definire l'impatto economico della nuova localizzazione della Fiera sul territorio del Rhodense, lo sviluppo che di conseguenza può essere attivato sul territorio, i vantaggi comparati del comprensorio Rhodense, l'impostazione strategica che il territorio sta assumendo nei confronti delle opportunità generate. La comparazione quantitativa con esperienze analoghe (Parigi e Monaco di Baviera) dice che le fiere costituiscono grandi funzioni urbane, capaci di connotare un territorio in senso fisico, economico, simbolico. Gli impatti economici più rilevanti di una fiera, infatti, si diffondono su tutto il tessuto metropolitano; a loro volta, le attività fieristiche traggono ampie sinergie dal tessuto circostante. La localizzazione del nuovo polo fieristico nel Rhodense (territorio di cui si evidenziano punti di forza e di debolezza) offre una dimensione adeguata alle sfide strutturali che l'area sta affrontando e una opportunità irripetibile di riorganizzazione del territorio e ripensamento delle strategie di sviluppo. Il lavoro dettaglia tre possibili scenari di risposta locale alle sfide future (attendista, competitivo, cooperativo): la scelta fra questi scenari, e fra gli effetti conseguenti, sta ai decisori pubblici locali.

Pompili, T. (2004). Una nuova strategia per il territorio: impatto della Fiera, vantaggi territoriali, scenari di risposta locale. In Est-Ovest Lombardia: i punti cardinali dello sviluppo (pp. 104-113). Milano : Libri Scheiwiller.

Una nuova strategia per il territorio: impatto della Fiera, vantaggi territoriali, scenari di risposta locale

POMPILI, TOMASO GIUSEPPE MARIO
2004

Abstract

Scopo di questa ricerca è definire l'impatto economico della nuova localizzazione della Fiera sul territorio del Rhodense, lo sviluppo che di conseguenza può essere attivato sul territorio, i vantaggi comparati del comprensorio Rhodense, l'impostazione strategica che il territorio sta assumendo nei confronti delle opportunità generate. La comparazione quantitativa con esperienze analoghe (Parigi e Monaco di Baviera) dice che le fiere costituiscono grandi funzioni urbane, capaci di connotare un territorio in senso fisico, economico, simbolico. Gli impatti economici più rilevanti di una fiera, infatti, si diffondono su tutto il tessuto metropolitano; a loro volta, le attività fieristiche traggono ampie sinergie dal tessuto circostante. La localizzazione del nuovo polo fieristico nel Rhodense (territorio di cui si evidenziano punti di forza e di debolezza) offre una dimensione adeguata alle sfide strutturali che l'area sta affrontando e una opportunità irripetibile di riorganizzazione del territorio e ripensamento delle strategie di sviluppo. Il lavoro dettaglia tre possibili scenari di risposta locale alle sfide future (attendista, competitivo, cooperativo): la scelta fra questi scenari, e fra gli effetti conseguenti, sta ai decisori pubblici locali.
Scientifica
Capitolo o saggio
Economia urbana; Urbanistica; Investimenti pubblici
Italian
Est-Ovest Lombardia: i punti cardinali dello sviluppo
Pompili, T. (2004). Una nuova strategia per il territorio: impatto della Fiera, vantaggi territoriali, scenari di risposta locale. In Est-Ovest Lombardia: i punti cardinali dello sviluppo (pp. 104-113). Milano : Libri Scheiwiller.
Pompili, T
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/2885
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact