L’attuazione dell’equo processo ex art. 6 Cedu, per tutelare il diritto al confronto fra l’imputato e chi renda dichiarazioni a suo carico, impone di impedire che la condanna dibattimentale si fondi, in misura determinante o esclusiva, sulle dichiarazioni rese in segreto ogniqualvolta l’imputato non ha goduto di un’occasione adeguata e sufficiente per “confrontarsi” con l’accusatore. Il compito è gravoso: l’art. 111 commi 4 e 5 Cost. sembra persino offrire copertura all’attuale sistema delle letture. Solo valorizzando l’art. 111 comma 3 Cost. si può assicurare effettività al diritto al confronto fra l’imputato e chi lo accusa, anche derogando all’immediatezza dibattimentale, ma senza rinunciare all’oralità e al contraddittorio nella formazione della prova.

Cassibba, F. (2008). Il contraddittorio nella formazione della prova tra Costituzione e Convenzione europea dei diritti dell'uomo. GIURISPRUDENZA DI MERITO, 40(Suppl. n. 12), 126-140.

Il contraddittorio nella formazione della prova tra Costituzione e Convenzione europea dei diritti dell'uomo

CASSIBBA, FABIO SALVATORE
2008

Abstract

L’attuazione dell’equo processo ex art. 6 Cedu, per tutelare il diritto al confronto fra l’imputato e chi renda dichiarazioni a suo carico, impone di impedire che la condanna dibattimentale si fondi, in misura determinante o esclusiva, sulle dichiarazioni rese in segreto ogniqualvolta l’imputato non ha goduto di un’occasione adeguata e sufficiente per “confrontarsi” con l’accusatore. Il compito è gravoso: l’art. 111 commi 4 e 5 Cost. sembra persino offrire copertura all’attuale sistema delle letture. Solo valorizzando l’art. 111 comma 3 Cost. si può assicurare effettività al diritto al confronto fra l’imputato e chi lo accusa, anche derogando all’immediatezza dibattimentale, ma senza rinunciare all’oralità e al contraddittorio nella formazione della prova.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Processo penale, contraddittorio, giusto processo, prova
Italian
126
140
Cassibba, F. (2008). Il contraddittorio nella formazione della prova tra Costituzione e Convenzione europea dei diritti dell'uomo. GIURISPRUDENZA DI MERITO, 40(Suppl. n. 12), 126-140.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/28652
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact