L’utilizzo di Learning Management System (LMS), come ad esempio Moodle, per il supporto alla didattica costituisce uno strumento eccellente per il supporto a corsi universitari tradizionali, ai corsi di formazione professionale ed ai Master. Per i corsi universitari, in cui il fenomeno dell’isolamento degli studenti è particolarmente marcato e per quei corsi che si svolgono completamente o quasi in modalità elettronica si possono perdere parte dei benefici tipici della interazione che avviene naturalmente nelle classi tradizionali, con i tipici fenomeni di emulazione e di traino da parte degli studenti più attivi. Si rende quindi necessaria ricreare analoghi stimoli interattivi, che consentano un dialogo più spontaneo e naturale tra studenti e tra studenti e docenti. Questo progetto si propone di rendere più dinamica e interattiva la piattaforma Moodle tramite l’introduzione di alcuni servizi interattivi offerti dalla piattaforma Live Service Microsoft. I servizi di scambio e interazione e di meeting virtuale forniti da Live Service uniti agli strumenti tipici della piattaforma Moodle consentono una più naturale interazione tra le persone partecipanti ai corsi virtuali facilitando l’integrazione tra attività pratica e formazione formale.

Bondi, M., Buccoli, F., V, ., Dominoni, M., Pinardi, S., & Riva, G. (2011). Un ambiente didattico in Moodle con l’uso dei "Live services". In C.B. Matteo Baldoni (a cura di), E-learning con Moodle in Italia: una sfida tra passato, presente e futuro (pp. 195-202). Seneca Edizioni.

Un ambiente didattico in Moodle con l’uso dei "Live services"

BONDI, MARCO;DOMINONI, MATTEO ALESSANDRO;PINARDI, STEFANO;RIVA, GIORGIO
2011-06

Abstract

L’utilizzo di Learning Management System (LMS), come ad esempio Moodle, per il supporto alla didattica costituisce uno strumento eccellente per il supporto a corsi universitari tradizionali, ai corsi di formazione professionale ed ai Master. Per i corsi universitari, in cui il fenomeno dell’isolamento degli studenti è particolarmente marcato e per quei corsi che si svolgono completamente o quasi in modalità elettronica si possono perdere parte dei benefici tipici della interazione che avviene naturalmente nelle classi tradizionali, con i tipici fenomeni di emulazione e di traino da parte degli studenti più attivi. Si rende quindi necessaria ricreare analoghi stimoli interattivi, che consentano un dialogo più spontaneo e naturale tra studenti e tra studenti e docenti. Questo progetto si propone di rendere più dinamica e interattiva la piattaforma Moodle tramite l’introduzione di alcuni servizi interattivi offerti dalla piattaforma Live Service Microsoft. I servizi di scambio e interazione e di meeting virtuale forniti da Live Service uniti agli strumenti tipici della piattaforma Moodle consentono una più naturale interazione tra le persone partecipanti ai corsi virtuali facilitando l’integrazione tra attività pratica e formazione formale.
No
Scientifica
Capitolo o saggio
Social e collaborative learning
Italian
E-learning con Moodle in Italia: una sfida tra passato, presente e futuro
978-88-6122-269-4
Bondi, M., Buccoli, F., V, ., Dominoni, M., Pinardi, S., & Riva, G. (2011). Un ambiente didattico in Moodle con l’uso dei "Live services". In C.B. Matteo Baldoni (a cura di), E-learning con Moodle in Italia: una sfida tra passato, presente e futuro (pp. 195-202). Seneca Edizioni.
Bondi, M; Buccoli, F; V, ; Dominoni, M; Pinardi, S; Riva, G
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10281/28608
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact