Custom is a complex phenomenon, and one that is hardly given a satisfying account, especially if it is assumed, as many legal positivists do, that law is only produced through acts of will. After examining five main reasons for the complexity of custom, I will consider Uberto Scarpelli’s thesis that customary law can be given an account within legal positivism through a reinterpretation of norm-generating facts as the manifestations of a will. But what kind of will is implied here, and how can the underlying norm be inferred? I will first briefly examine Gaetano Carcaterra’s analysis of abduction as a method to infer norms from behaviors, and then distinguish six different forms of will possibly implied in a behavior which is relevant for the formation of a customary norm. I will finally focus on norm-oriented, or nomotropic will, and especially on nomotrophic will, that is, the will –implied and expressed in the reaction to the violation of a norm–that the infringed norm be valid.

La consuetudine è un fenomeno complesso, che non sembra trovare posto in quelle concezioni positiviste del diritto che presuppongono che il diritto sia necessariamente il prodotto di un atto di volontà. Il presente articolo esamina cinque ragioni della complessità della consuetudine, e prende in esame la tesi di Uberto Scarpelli secondo la quale il diritto consuetudinario può essere accolto nel diritto positivo a condizione che i fatti che generano la consuetudine siano reinterpretati come manifestazione di una volontà. Ma di che tipo di volontà si tratta? E com'è possibile inferire la norma presupposta da una determinata condotta? Attraverso l'esame dell'analisi dell'abduzione come metodo per inferire norme proposta da Gaetano Carcaterra, nell'articolo vengono distinte sei possibili forme di volontà inerenti ad un comportamento che sia rilevante per la formazione di una norma consuetudinaria, viene indagata in particolare la volontà nomotrofica, ossia la volontà, implicita o esplicita nella reazione alla violazione d'una norma, che la norma violata resti valida.

Passerini Glazel, L. (2020). Forme della volontà e impronte di norme nella formazione della norma consuetudinaria. NOESIS, 34, 71-88.

Forme della volontà e impronte di norme nella formazione della norma consuetudinaria

Passerini Glazel, L
Primo
2020

Abstract

La consuetudine è un fenomeno complesso, che non sembra trovare posto in quelle concezioni positiviste del diritto che presuppongono che il diritto sia necessariamente il prodotto di un atto di volontà. Il presente articolo esamina cinque ragioni della complessità della consuetudine, e prende in esame la tesi di Uberto Scarpelli secondo la quale il diritto consuetudinario può essere accolto nel diritto positivo a condizione che i fatti che generano la consuetudine siano reinterpretati come manifestazione di una volontà. Ma di che tipo di volontà si tratta? E com'è possibile inferire la norma presupposta da una determinata condotta? Attraverso l'esame dell'analisi dell'abduzione come metodo per inferire norme proposta da Gaetano Carcaterra, nell'articolo vengono distinte sei possibili forme di volontà inerenti ad un comportamento che sia rilevante per la formazione di una norma consuetudinaria, viene indagata in particolare la volontà nomotrofica, ossia la volontà, implicita o esplicita nella reazione alla violazione d'una norma, che la norma violata resti valida.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Custom is a complex phenomenon, and one that is hardly given a satisfying account, especially if it is assumed, as many legal positivists do, that law is only produced through acts of will. After examining five main reasons for the complexity of custom, I will consider Uberto Scarpelli’s thesis that customary law can be given an account within legal positivism through a reinterpretation of norm-generating facts as the manifestations of a will. But what kind of will is implied here, and how can the underlying norm be inferred? I will first briefly examine Gaetano Carcaterra’s analysis of abduction as a method to infer norms from behaviors, and then distinguish six different forms of will possibly implied in a behavior which is relevant for the formation of a customary norm. I will finally focus on norm-oriented, or nomotropic will, and especially on nomotrophic will, that is, the will –implied and expressed in the reaction to the violation of a norm–that the infringed norm be valid.
La coutume est un phénomène complexe et il ne trouve apparemment pas de place dans les théories positivistes du droit qui présupposent que le droit est nécessairement le produit d’un acte de volonté. Après avoir examiné cinq raisons de la complexité de la coutume, j’examinerai la thèse d’Uberto Scarpelli selon laquelle le droit coutumier peut être accueilli dans le droit positif pourvu que les faits générant la norme coutumière soient réinterprétés comme la manifestation d’une volonté. Mais de quel type de volonté s’agit-il? Et comment est-il possible d’inférer la norme présupposée par une certaine conduite? J’examinerai l’analyse de l’abduction en tant que méthode pour inférer des normes, conduite par Gaetano Carcaterra, et je distinguerai six formes possibles de volonté impliquées dans une conduite qui soit pertinente pour la formation d’une norme coutumière. Je me focaliserai finalement sur la volonté nomotrophique, c’est-à-dire sur la volonté, impliquée et exprimée dans les réactions à la violation d’une norme, que la norme violée soit valide.
Custom, customary norms, deontic regularity (Regelmäßigkeit), inference of norms, legal positivism, normative will, nomotrophic will, Max Weber, Uberto Scarpelli, Niklas Luhmann, Amedeo G. Conte
Consuetudine, diritto consuetudinario; regolarità deontica (Regelmäßigkeit); inferenza di norme; positivismo giuridico; volontà normativa, volontà nomotrofica; Max Weber, Uberto Scarpelli, Niklas Luhmann, Amedeo G. Conte
Coutume, droit coutumier, régularité déontique (Regelmäßigkeit), inférence de normes, positivisme juridique, volonté normative, volonté nomotrophique, Max Weber, Uberto Scarpelli, Niklas Luhmann, Amedeo G. Conte
Italian
71
88
18
Passerini Glazel, L. (2020). Forme della volontà e impronte di norme nella formazione della norma consuetudinaria. NOESIS, 34, 71-88.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Passerini_Forme della volonta_2020Noesis_34 (1).pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale e abstract
Tipologia di allegato: Author’s Accepted Manuscript, AAM (Post-print)
Dimensione 458.42 kB
Formato Adobe PDF
458.42 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/272670
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact