Introduzione. La sopravvivenza a lungo termine dei bambini affetti da Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA) è progressivamente aumentata e con essa l’interesse della letteratura scientifica inerente al loro benessere emotivo. Alcuni bambini guariti da LLA sviluppano problemi psicosociali e comportamentali come sintomi d’ansia, depressione, disattenzione e comportamenti antisociali. Scopo. Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare il repertorio affettivo di un campione italiano di bambini guariti da LLA con i valori di riferimento della popolazione italiana generale e quelli esibiti da altre popolazioni internazionali. Partecipanti. Lo studio ha coinvolto un campione di 69 bambini italiani (di cui il 37.7% di genere femminile) con un’età media di 11.6±2.58 anni, guariti da LLA da almeno due anni e precedentemente curati secondo i protocolli AIEOP-BFM ALL 2000 e R-2006. Metodi. I partecipanti, in occasione di una visita di follow up, hanno compilato una batteria di questionari tra cui il Positive and Negative Affective Schedule – Children (PANAS-C). Risultati. I bambini italiani guariti da LLA mostrano livelli significativamente minori della scala Positive Affect rispetto alla popolazione generale italiana e americana, ma maggiori rispetto ai bambini americani con diagnosi mista ansioso-depressiva. Considerando invece la scala Negative Affect, il campione di ricerca italiano si caratterizza per avere livelli statisticamente maggiori rispetto alla popolazione generale americana, ma minori rispetto ai bambini americani con sintomatologia ansiosa, depressiva e mista. Conclusioni. I bambini italiani guariti da LLA, confrontati con la popolazione generale di riferimento italiana e americana, mostrano un assetto emotivo caratterizzato da minore positività e maggiore negatività degli affetti. Tuttavia il repertorio affettivo del nostro campione, a confronto con bambini americani con diagnosi psicopatologiche, mostra un pattern inverso con livelli maggiori di affetti positivi e livelli minori di quelli negativi.

Rampoldi, G., Jankovic, M., Masera, N., Nichelli, F., Biondi, A., Ardenghi, S., et al. (2019). Crescere dopo il tumore: Le emozioni dei bambini guariti da leucemia linfoblastica acuta a confronto con quelle di altre popolazioni. In Salute e cronicità nel nuovo millennio. Una sfida per la psicoterapia (pp.32-32).

Crescere dopo il tumore: Le emozioni dei bambini guariti da leucemia linfoblastica acuta a confronto con quelle di altre popolazioni

Rampoldi, G
Primo
;
Nichelli, F;Biondi, A;Ardenghi, S;Motta, S;Strepparava, MG
Ultimo
2019

Abstract

Introduzione. La sopravvivenza a lungo termine dei bambini affetti da Leucemia Linfoblastica Acuta (LLA) è progressivamente aumentata e con essa l’interesse della letteratura scientifica inerente al loro benessere emotivo. Alcuni bambini guariti da LLA sviluppano problemi psicosociali e comportamentali come sintomi d’ansia, depressione, disattenzione e comportamenti antisociali. Scopo. Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare il repertorio affettivo di un campione italiano di bambini guariti da LLA con i valori di riferimento della popolazione italiana generale e quelli esibiti da altre popolazioni internazionali. Partecipanti. Lo studio ha coinvolto un campione di 69 bambini italiani (di cui il 37.7% di genere femminile) con un’età media di 11.6±2.58 anni, guariti da LLA da almeno due anni e precedentemente curati secondo i protocolli AIEOP-BFM ALL 2000 e R-2006. Metodi. I partecipanti, in occasione di una visita di follow up, hanno compilato una batteria di questionari tra cui il Positive and Negative Affective Schedule – Children (PANAS-C). Risultati. I bambini italiani guariti da LLA mostrano livelli significativamente minori della scala Positive Affect rispetto alla popolazione generale italiana e americana, ma maggiori rispetto ai bambini americani con diagnosi mista ansioso-depressiva. Considerando invece la scala Negative Affect, il campione di ricerca italiano si caratterizza per avere livelli statisticamente maggiori rispetto alla popolazione generale americana, ma minori rispetto ai bambini americani con sintomatologia ansiosa, depressiva e mista. Conclusioni. I bambini italiani guariti da LLA, confrontati con la popolazione generale di riferimento italiana e americana, mostrano un assetto emotivo caratterizzato da minore positività e maggiore negatività degli affetti. Tuttavia il repertorio affettivo del nostro campione, a confronto con bambini americani con diagnosi psicopatologiche, mostra un pattern inverso con livelli maggiori di affetti positivi e livelli minori di quelli negativi.
No
abstract + poster
Positive and Negative Affective Schedule – Children (PANAS-C), Emotions, Acute Lymphoblastic Leukemia, Clinical psychology, Health psychology
Italian
Congresso Intermedio SITCC “Salute e cronicità nel nuovo millennio – Una sfida per la psicoterapia”
Rampoldi, G., Jankovic, M., Masera, N., Nichelli, F., Biondi, A., Ardenghi, S., et al. (2019). Crescere dopo il tumore: Le emozioni dei bambini guariti da leucemia linfoblastica acuta a confronto con quelle di altre popolazioni. In Salute e cronicità nel nuovo millennio. Una sfida per la psicoterapia (pp.32-32).
Rampoldi, G; Jankovic, M; Masera, N; Nichelli, F; Biondi, A; Ardenghi, S; Motta, S; Strepparava, M
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
GR_POSTER_SITCC2019.pdf

accesso aperto

Tipologia di allegato: Other attachments
Dimensione 793.04 kB
Formato Adobe PDF
793.04 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/255140
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact