This article presents the results of an ethnographic survey on the reception projects for asylum seekers and refugees implemented by the Catholic Church in Italy, in the specific case of the Diocese of Turin. It is a kind of ‘widespread reception’, mostly carried out by parishes in small and medium-sized municipalities of the Turin province, which raises many questions regarding the relationship between migrants, the territory and hosting society. Interviews and field-notes collected during the research can contribute to develop a broader reflection on the ambiguities of "humanitarian reason", in the terms conceived by Didier Fassin.

L’articolo presenta i risultati di un’indagine etnografica relativa ai progetti di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati messi in atto dalla Chiesa Cattolica in Italia, nel caso specifico della Diocesi di Torino. Si tratta di un’accoglienza diffusa, realizzata per lo più da parrocchie dislocate in comuni medio-piccoli della provincia, che pone numerosi interrogativi rispetto al rapporto tra migranti, territorio e società ospitante. Le interviste e le osservazioni raccolte sul campo permettono al contempo di sviluppare una più ampia riflessione sulle ambiguità della “ragione umanitaria”, nei termini concepiti da Didier Fassin.

Vietti, F. (2018). “Farsi prossimi”. Potenzialità e criticità dell’accoglienza diffusa dei rifugiati nella rete Diocesana Italiana ['Act as a neighbour'. An ethnographic survey on the reception projects for asylum seekers and refugees implemented by the Catholic Church in Italy]. REMHU, 26(53), 153-170 [10.1590/1980-85852503880005310].

“Farsi prossimi”. Potenzialità e criticità dell’accoglienza diffusa dei rifugiati nella rete Diocesana Italiana ['Act as a neighbour'. An ethnographic survey on the reception projects for asylum seekers and refugees implemented by the Catholic Church in Italy]

Vietti, Francesco
2018

Abstract

L’articolo presenta i risultati di un’indagine etnografica relativa ai progetti di accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati messi in atto dalla Chiesa Cattolica in Italia, nel caso specifico della Diocesi di Torino. Si tratta di un’accoglienza diffusa, realizzata per lo più da parrocchie dislocate in comuni medio-piccoli della provincia, che pone numerosi interrogativi rispetto al rapporto tra migranti, territorio e società ospitante. Le interviste e le osservazioni raccolte sul campo permettono al contempo di sviluppare una più ampia riflessione sulle ambiguità della “ragione umanitaria”, nei termini concepiti da Didier Fassin.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
This article presents the results of an ethnographic survey on the reception projects for asylum seekers and refugees implemented by the Catholic Church in Italy, in the specific case of the Diocese of Turin. It is a kind of ‘widespread reception’, mostly carried out by parishes in small and medium-sized municipalities of the Turin province, which raises many questions regarding the relationship between migrants, the territory and hosting society. Interviews and field-notes collected during the research can contribute to develop a broader reflection on the ambiguities of "humanitarian reason", in the terms conceived by Didier Fassin.
Refugees; Widespread Reception; Humanitarianism; Italy
rifugiati; accoglienza diffusa; umanitarismo; Italia
Italian
153
170
18
Vietti, F. (2018). “Farsi prossimi”. Potenzialità e criticità dell’accoglienza diffusa dei rifugiati nella rete Diocesana Italiana ['Act as a neighbour'. An ethnographic survey on the reception projects for asylum seekers and refugees implemented by the Catholic Church in Italy]. REMHU, 26(53), 153-170 [10.1590/1980-85852503880005310].
Vietti, F
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/244697
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact