L’articolo propone un’analisi delle esperienze di un gruppo di Aziende Speciali sociali lombarde, che hanno recentemente costituito un network associativo, denominato NeASS (Network Aziende Speciali Sociali). L’Azienda Speciale, che è un ente strumentale del Comune e che gode di autonomia imprenditoriale e statutaria rispetto ad esso, si pone come soluzione ibrida per la gestione e l’erogazione di servizi pubblici. Inoltre, essa può giocare anche un ruolo primario nella governance dei servizi, specialmente nei casi di gestione associata dei servizi. Dopo aver esaminato le caratteristiche istituzionali e organizzative che contraddistinguono le Aziende Speciali, l’articolo evidenzia le differenti modalità con le quali ciascuna azienda del network NeASS interpreta il proprio ruolo, sia a livello organizzativo e gestionale, che a livello istituzionale. Emerge un quadro composito di soluzioni gestionali ed istituzionali, che mette in luce come le Aziende Speciali si distinguano allo stato attuale per la loro plasticità nelle relazioni con i vari stakeholder territoriali, per la polivalenza istituzionale che possono assumere ed infine per il polimorfismo delle configurazioni organizzativo. Le potenzialità e i risvolti critici di tali caratteristiche sono quindi discussi, sia alla luce delle specifiche esperienze e dei relativi contesti sia, in termini più ampi, considerando le tendenze istituzionali (nazionali e regionali) nelle scelte di governance e organizzazione dell’offerta di servizi sociali.

Colombo, D., Gatti, D., Rossi, P. (2010). Le Aziende Speciali per la gestione dei servizi sociali: l’esperienza del network NeASS in Lombardia. AUTONOMIE LOCALI E SERVIZI SOCIALI, 3, 421-440 [10.1447/34358].

Le Aziende Speciali per la gestione dei servizi sociali: l’esperienza del network NeASS in Lombardia

ROSSI, PAOLO
2010

Abstract

L’articolo propone un’analisi delle esperienze di un gruppo di Aziende Speciali sociali lombarde, che hanno recentemente costituito un network associativo, denominato NeASS (Network Aziende Speciali Sociali). L’Azienda Speciale, che è un ente strumentale del Comune e che gode di autonomia imprenditoriale e statutaria rispetto ad esso, si pone come soluzione ibrida per la gestione e l’erogazione di servizi pubblici. Inoltre, essa può giocare anche un ruolo primario nella governance dei servizi, specialmente nei casi di gestione associata dei servizi. Dopo aver esaminato le caratteristiche istituzionali e organizzative che contraddistinguono le Aziende Speciali, l’articolo evidenzia le differenti modalità con le quali ciascuna azienda del network NeASS interpreta il proprio ruolo, sia a livello organizzativo e gestionale, che a livello istituzionale. Emerge un quadro composito di soluzioni gestionali ed istituzionali, che mette in luce come le Aziende Speciali si distinguano allo stato attuale per la loro plasticità nelle relazioni con i vari stakeholder territoriali, per la polivalenza istituzionale che possono assumere ed infine per il polimorfismo delle configurazioni organizzativo. Le potenzialità e i risvolti critici di tali caratteristiche sono quindi discussi, sia alla luce delle specifiche esperienze e dei relativi contesti sia, in termini più ampi, considerando le tendenze istituzionali (nazionali e regionali) nelle scelte di governance e organizzazione dell’offerta di servizi sociali.
Articolo in rivista - Articolo scientifico
Aziende speciali, gestione associata, organizzazione servizi sociali
Italian
421
440
Colombo, D., Gatti, D., Rossi, P. (2010). Le Aziende Speciali per la gestione dei servizi sociali: l’esperienza del network NeASS in Lombardia. AUTONOMIE LOCALI E SERVIZI SOCIALI, 3, 421-440 [10.1447/34358].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/21846
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact