Gli insegnanti di scuola secondaria superiore riescono a conciliare la loro immagine di “studente ideale” con gli “studenti reali” che ogni giorno si trovano in classe?