L’emergere di nuove pratiche di condivisione e collaborazione nel tessuto urbano, favorite anche dalla diffusione delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ha il potere di incentivare la ricostruzione dei legami sociali e di solidarietà, sostenendo l’inclusione sociale (Botsman, 2010). Le risorse risultano sempre più accessibili, diffuse e distribuite, consentendo anche ai soggetti più marginali di essere parte attiva di laboratori urbani collettivi (Latour, 2013). Di fronte a queste nuove pratiche ci si interroga sempre di più sull’importanza di coniugare tecnologie e umanesimo (Rifkin, 2014), innovazione e inclusione, per offrire ai cittadini un terreno fertile di partecipazione, collaborazione e condivisione. Il presente lavoro intende indagare la possibilità di favorire l’inclusione dei cittadini, a partire dai giovani studenti, attraverso una proposta formativa di attività e percorsi di stage presso i maggiori centri di ricerca cittadini, come il Politecnico, le Università e i centri per la ricerca biomedica. Alla luce del calo delle iscrizioni nelle facoltà scientifiche, in corso già da alcuni anni, queste attività intendono incoraggiare i giovani a proseguire la loro formazione in ambito accademico, sostenendo l’apprendimento delle scienze “dure”, o il loro inserimento nel nuovo mondo dei Fab Lab per chi è interessato a esperienze presso i nuovi luoghi dell’innovazione, come potenziale spazio di formazione complementare o alternativa. In fase di attuazione del progetto, l’esito dell’intervento sarà valutato con questionari proposti prima e dopo gli incontri, ai ragazzi ma anche agli altri attori coinvolti. Questo permetterà di valutare se il contatto fra i diversi mondi, scolastico, accademico e dei nuovi incubatori di innovazione, sia effettivamente utile e quanto.

Avento, N., Bernardi, M., Querci, L. (2018). Dalla scuola alla ricerca: un percorso condiviso tra studenti e ricercatori. In E. Marra, D. Diamantini (a cura di), Territorio, Innovazione, Educazione (pp. 95-106). Milano : Ledizioni.

Dalla scuola alla ricerca: un percorso condiviso tra studenti e ricercatori

Avento, N;Bernardi, M;Querci, L
2018

Abstract

L’emergere di nuove pratiche di condivisione e collaborazione nel tessuto urbano, favorite anche dalla diffusione delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ha il potere di incentivare la ricostruzione dei legami sociali e di solidarietà, sostenendo l’inclusione sociale (Botsman, 2010). Le risorse risultano sempre più accessibili, diffuse e distribuite, consentendo anche ai soggetti più marginali di essere parte attiva di laboratori urbani collettivi (Latour, 2013). Di fronte a queste nuove pratiche ci si interroga sempre di più sull’importanza di coniugare tecnologie e umanesimo (Rifkin, 2014), innovazione e inclusione, per offrire ai cittadini un terreno fertile di partecipazione, collaborazione e condivisione. Il presente lavoro intende indagare la possibilità di favorire l’inclusione dei cittadini, a partire dai giovani studenti, attraverso una proposta formativa di attività e percorsi di stage presso i maggiori centri di ricerca cittadini, come il Politecnico, le Università e i centri per la ricerca biomedica. Alla luce del calo delle iscrizioni nelle facoltà scientifiche, in corso già da alcuni anni, queste attività intendono incoraggiare i giovani a proseguire la loro formazione in ambito accademico, sostenendo l’apprendimento delle scienze “dure”, o il loro inserimento nel nuovo mondo dei Fab Lab per chi è interessato a esperienze presso i nuovi luoghi dell’innovazione, come potenziale spazio di formazione complementare o alternativa. In fase di attuazione del progetto, l’esito dell’intervento sarà valutato con questionari proposti prima e dopo gli incontri, ai ragazzi ma anche agli altri attori coinvolti. Questo permetterà di valutare se il contatto fra i diversi mondi, scolastico, accademico e dei nuovi incubatori di innovazione, sia effettivamente utile e quanto.
Capitolo o saggio
innovazione sociale, formazione, piattaforme abilitanti, FabLab, inclusione sociale, giovani, scuola, peer to peer education
Italian
Territorio, Innovazione, Educazione
978-88-6705-761-0
Avento, N., Bernardi, M., Querci, L. (2018). Dalla scuola alla ricerca: un percorso condiviso tra studenti e ricercatori. In E. Marra, D. Diamantini (a cura di), Territorio, Innovazione, Educazione (pp. 95-106). Milano : Ledizioni.
Avento, N; Bernardi, M; Querci, L
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10281/186480
Citazioni
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
Social impact