Le conseguenze personali del fallimento dalla “morte civile” alla politica della seconda opportunità